Cosa vorremmo dalla Next-gen Sony

Recentemente il CEO e presidente di Playstation, John Kodera, ha fatto parlare di se per le sue dichiarazioni. Ha infatti comunicato che PS4 è entrata nel suo ciclo finale e che in questo periodo ci si concentrerà maggiormente su nuove IP e sullo sfruttamento delle famose IP già esistenti. Tralasciando gli inutili allarmismi della gente che pensa che PS4 già la settimana prossima sarà da buttare, queste dichiarazioni sono perfettamente in linea con il modus operandi di Sony. La console attuale infatti ha già 5 anni e molto probabilmente la fantomatica PS5 sarà svelata nel 2019 per essere poi lanciata sul mercato nel periodo natalizio dello stesso anno o nei primi mesi del 2020. Praticamente sarebbe lo stesso ciclo di vita e finestra di lancio sia di PS3 che di PS4. Quindi con la next-gen ormai praticamente alle porte, cosa vogliamo da questa nona generazione videoludica?

RETROCOMPATIBILITÀ

Quello che praticamente chiedono tutti i videogiocatori amanti di PS4 in questa nuova generazione è assolutamente la retrocompatibilità. Le remaster e i remake sono stati il fulcro di questa attuale generazione, con nomi illustri che hanno fatto il loro ritorno, tra cui spiccano Crash e Spyro, e giochi non proprio vecchissimi che sono stati riproposti con delle piccole migliorie, The Last of Us Remastered ne è un esempio. Sarebbe quindi controproducente e insensato da parte di sony impedirci di portare questo enorme parco titoli su PS5, e sarebbe ancora più insensato se ci venisse rifilata la remaster del remake di Crash per PS4 su PS5. Non vi suona ridicolo già solo leggendolo?

CROSS-PLAY

Microsoft sta praticamente rendendo cosa unica PC e console, e Nintendo ha già permesso ai propri utenti di giocare a titoli molto famosi come Rocket league e Minecraft in cross-play con Microsoft, sarebbe una mossa furba da parte di sony permettere la stessa cosa ai suoi utenti con i giochi next-gen. Questo inoltre renderebbe il dilemma “Che console compro?” una questione meramente legata ai titoli esclusivi delle rispettive case produttrici, visto che per giocare ad esempio a Call of Duty con i nostri amici che posseggono Xbox non sarà necessario possedere la stessa console.

MIGLIORAMENTI PSN

Il Playstation Network è sicuramente qualcosa che Sony deve migliorare, visto che da questo punto di vista lo store Xbox è avanti anni luce, sia per interfaccia che per praticità nell’utilizzo. Un esempio stupido ma incredibilmente significativo è il motore di ricerca interno del PSN, dove per cercare un titolo o un contenuto dovremmo selezionare una lettera alla volta da una lista che potremmo scorrere con lo stick analogico, non era meglio una tastiera?.

PIÙ TITOLI NUOVI

Come scritto all’inizio dell’articolo questa generazione è stata segnata da remaster e remake, oltre a questi ci sono stati tantissimi seguiti e veramente poche nuove IP davvero valide (sino ad ora almeno). Non si può certo negare che giochi come The Witcher 3, Uncharted 4, Dark Souls III ecc siano dei capolavori e dei fantastici sequel, ma se poi andiamo a vedere le nuove IP che possono essere definite quantomeno belle restiamo abbastanza delusi. Quindi penso che su PS5 si debba puntare già dal lancio ad una line-up di nuovi titoli all’altezza delle aspettative.

GAME PASS

Una delle cose in cui Microsoft ha surclassato Sony in questa generazione è stata decisamente Xbox Game Pass, tramite cui, pagando una cifra mensile di 9.99€, possiamo accedere ad una vasta selezione di titoli in continuo aggiornamento. Se PS5 introducesse una feature simile se non superiore, offrendo agli utenti qualcosa in più, siamo sicuri che le vendite della nuova console aumenterebbero vertiginosamente, considerando che rispetto a Xbox, Playstation ha titoli esclusivi di maggior spessore e un parco titoli decisamente più vasto.

 

E voi cosa vi aspettate dalla prossima generazione videoludica di Sony?

Scrivi qui il tuo commento...