Il marito di mio fratello (Otouto no Otto) è un manga di Gengoroh Tagame uscito in Italia a fine 2017. Edito da Planet Manga, è diviso in 2 maxi volumi con sovra copertina al prezzo di 14,90 €.

Yaichi è un papà single che divide il suo tempo tra il lavoro di affittacamere e sua figlia Kana. La routine quotidiana verrà spezzata dall’arrivo di Mike Flanagan, un uomo canadese sposato con Ryoji, il  defunto fratello gemello di Yaichi. Mike arriva in Giappone desideroso di conoscere la famiglia e il paese in cui è cresciuto suo marito.

Questa è una commedia che racconta la quotidianità e come i pregiudizi nei confronti dell’omosessualità influiscano sulle abitudini delle persone. Abbiamo quindi due visioni completamente diverse: da una parte Yaichi, che, ormai immerso in quelli che sono i preconcetti culturali della società giapponese, vede Mike in un certo modo. Dall’altra, Kana, che come tutti i bambini, non ha pregiudizi. Per lei il fatto che due uomini si possano sposare risulta strano tanto quanto mangiare il sushi con la tempura. L’arrivo dello zio canadese è una grande novità e travolge Mike con milioni di domande.

Lo scopo del Maestro Tagame non è quello di puntare il dito contro la società giapponese ma di far capire che l’amore è amore a prescindere dall’orientamento sessuale delle persone. Inoltre, Il marito di mio fratello è stato candidato nella Selezione ufficiale del festival francese dell’Angouleme del 2017. Non male per un autore famoso per manga a sfondo omosessuale dai toni fetish e sadomaso!

A Marzo 2018 è uscito il drama in tre episodi tratto dal manga. Yaichi è interpretato dall’attore Ryuta Sato, mentre Mike è interpretato dal lottatore di Sumo professionista di origine estone, Kaido Hoovelson meglio conosciuto con il suo nome di battaglia Baruto Kaito. Nel video qui sotto trovate il trailer del drama, gli attori scelti sono molto somiglianti alla loro controparte cartacea.

 

 

 

Nel complesso Il marito di mio fratello è una lettura scorrevole che fa ridere ma anche commuovere, è quindi un manga consigliato dai 10 ai 100 anni di età.

See you space cowboy,

Federica

2 Commenti

  1. Sia il tuo articolo che il trailer mi hanno fatto venire assolutamente voglia di vedere il film tratto da questo manga e magari leggere anche il manga stesso. Sembra una storia molto dolce 🙂 complimenti!

Scrivi qui il tuo commento...