IN EVIDENZA

Con iOS 12 Apple proverà ad “educare” i propri utenti.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,457FansMi piace
1,560FollowerSegui
194FollowerSegui

Durante il WWDC 2018 abbiamo sottolineato il fatto di come Apple anche con iOS 12 abbia davvero posto l’attenzione sul software, ma ancora di più su chi lo utilizza: i suoi utenti.

L’azienda di Cupertino non ha dato vita a semplice campagna di marketing ma con Scorciatoie di Siri e Screen Time, libertà e informazione di utilizzo del dispositivo hanno fatto un passo avanti.

Screen Time per educarsi.  
Advertising

Tema caldo di questi tempi, modo e tempo di utilizzo della moderna tecnologia. Banalmente quanto tempo noi, ma anche i nostri figli, trascorriamo davanti a un monitor, per quanto quello che stiamo facendo possa essere professionale o educativo.

Apple ha percorso due strade in questa direzione che sono entrambe molto interessanti. La prima è quella di potenziare e ampliare la funzione “Non disturbare”. Dall’altro Screen Time, tool che monitora cosa e quanto facciamo sul nostro dispositivo mobile.

Siri ci aiuterà anche nella gestione delle notifiche. Ovvero il modo in cui reagiremo alla singola notifica, permetterà di darci informazioni su quanto sia davvero necessaria. Spesso succedere di ricevere notifiche da app che non utilizziamo spesso. Una volta poi sbloccato iPhone (iPad, ecc..) non possiamo fare a meno di continuare ad utilizzarlo per scopi totalmente differenti dal motivo per cui la notifica iniziale aveva richiamato la nostra attenzione.

Tutto questo e molto altro, saranno al servizio dell’utente, cercando di limitare dove non serve, lo sguardo incollato al proprio dispositivo mobile.

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,457FansMi piace
1,560FollowerSegui
194FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...