IN EVIDENZA

Assassinio sull’Orient Express

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,464FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Ciao a tutti cari lettori, sono una nuova scrittrice su questo sito. Il mio nome con cui mi fermerò sarà Ladycry.
Il primo articolo sarà su una delle miei scrittrici di gialli preferite: Agatha Christie, vediamo un pochino però come nacque questa meravigliosa e famosissima scrittrice.
Agatha Christie, è la più famosa giallista al mondo e una delle più produttive scrittrici di ogni tempo: ha creato circa ottanta opere, diventata famosa in tantissimi paesi. Oltre ai gialli e alle opere teatrali, ha scritto sei romanzi d’amore, un’autobiografia e un libro di viaggio.
Dopo questa piccola introduzione vediamo un famosissimo libro, che è anche uno dei miei preferiti:

ASSASSINIO SULL’ORIENT EXPRESS:


Dopo lo scioccante omicidio di un ricco uomo d’affari sullo sfarzoso treno che sfreccia attraverso l’Europa, Poirot deve ricorrere a tutta la sua abilità per scoprire chi nel gruppo eterogeneo di passeggeri è l’assassino, prima che colpisca ancora.

Dai finestrini delle carrozze del Simplon Orient Express non si vede altro che neve, un’immensa distesa bianca che inonda i binari e arresta la corsa del treno diretto a Calais. La premessa della nuova versione cinematografica di Assassinio sull’Orient Express è quella tradizionale del giallo corale firmato da Agatha Christie negli anni trenta.

Advertising

I passeggeri a bordo del convoglio, riuniti nel lussuoso vagone ristorante, apprendono che un atroce omicidio si è consumato durante la notte: un gentiluomo americano di nome Ratchett (Johnny Depp) è stato pugnalato nel suo scompartimento. Tra i presenti si fa largo il sospetto che l’assassino, bloccato dalla neve, non abbia mai lasciato il treno e si nasconda ancora tra i viaggiatori dell’Orient Express.

A risolvere un altro caso sarà il carismatico Hercule Poirot (Kenneth Branagh). L’ investigatore belga ascolta uno dopo l’altro i testimoni. Il suo intuito non lo tradisce mai.

Pubblicato per la prima volta a puntate sul Saturday Evening Post nel 1933.

PICCOLE CURIOSITA’

DUE POIROT A CONFRONTO:

Agatha Christie con il protagonista, Hercule Poirot, ha fatto un lavoro di fino.
Dopo qualche libro, puoi fare affidamento sul suo acume tanto quanto sul suo essere vanesio. Si sa, Poirot è l’investigatore dai grandi baffi, la testa a forma d’uovo e un ego spropositato.
E non dimenticarti che è belga!

KENNETH BRANAGH

DAVID SUCHET

Il Poirot interpretato da Kennet Branagh e da David Suchet risulta leggermente diverso, anche se l’astuzia c’è tutta, insieme a tutta la sua intelligenza di cui l’investigatore si vanta sempre, e non possono mancare  i favolosi baffi,ben curati e di grande impatto, scelti con cura dalla troupe e dall’ attore. Così da rispettare i canoni inglesi del periodo, che sembra richiedessero baffi di una certa importanza.

All’inizio kennet Branaght voleva farsi crescere i baffi veri, alla fine però ha dovuto indossarli finti. 
Come lui stesso ha dichiarato, i baffi di questo tipo non aiutano per niente durante i pasti. E sul set non sono mancati i momenti esilaranti.

Quindi se non sono i baffi a renderlo diverso, cos’è?
Il lato sentimentale.
Molto più accentuato, che finisce per rendere il personaggio più vicino allo spettatore.

Più simile a noi, che nel guardarlo proviamo una maggiore affinità.
Anche se devo ammettere che per tutto il film ho sentito la mancanza del vero, unico e insostituibile Poirot.

COM’E’ STATO GIRATO IL FILM:
Il formato della pellicola: Il film Assassinio sull’Orient Express è stato girato su pellicola speciale 65mm , un formato che esalta ogni elemento del processo cinematografico.

UN RECORD:
L’ultima scena è probabilmente la sequenza con la Steadicam più lunga mai girata su pellicola 65mm e che abbia stabilito un record mondiale.

IL LUOGO DELLE RIPRESE:

LONGCROSS STUDIOS

Il film è stato girato a ovest di Londra. L’area, un ex sito di collaudo di carri armati del Ministero della Difesa, è dotata di diversi teatri di posa, un circuito di prova e un vasto backlot, che ha permesso allo scenografo Jim Clay di costruire i set. La maggior parte del film è stata girata nei Longcross Studios.

Nel film  le location dove è stato girato il film sono differenti, vediamone insieme alcune: 

 

STAZIONE DI ISANBUL

 

La stazione ottocentesca di Istanbul, terminale della linea che collega l’antica Costantinopoli alla Gare de l’Est di Parigi.

 

 

GARE DE L’EST

Ecco qui la  Gare de l’Est, ed era qui che inizia il percorso principale dell’Orient Express verso l’Asia, attraverso Germania, Svizzera, Italia, Austria, Ungheria, Jugoslavia, Romania, Grecia e Turchia.

 

 

 

STATUA DI SAN BERNARDO

Nella foto vediamo la Statua di San Bernardo, in cima all’omonimo passo alpino, una delle location montane utilizzate per alcune scene esterne – compresa una di quelle iniziali – del lungo viaggio insieme a quelle tra la Valle d’Aosta e Sursee, nel cantone di Lucerna, in Svizzera.

 

Cosa ne pensate di queste piccole chicche? Scoprire che alla fine il film non è stato girato negli stessi posti dove è stato ambientato nel libro ti lascia per un attimo perplesso, però possiamo dire di essere stati fortunati visto che sono passati in Valle d’Aosta a girare un piccolo pezzo. 

LA CITAZIONE:
“Mi chiamo Hercule Poirot e sono probabilmente il miglior investigatore al mondo.”
Il fatto che egli abbia detto “probabilmente” non mi è piaciuto molto,il vero Poirot invece secondo me non si sarebbe mai messo in dubbio.
Al prossimo articolo,

Ladycry

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,464FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI