IN EVIDENZA

SSD di fascia medio-bassa: un confronto tra i principali modelli

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
206FollowerSegui

L’SSD è la componente per eccellenza qualora vogliate velocizzare il vostro PC. Né l’upgrade della RAM, né la sostituzione della CPU con una più avanzata possono rendere quanto l’installazione di un SSD. Come spiegato in un precedente articolo, il Solid State Drive è una componente basata su memoria flash di tipo NAND, la quale, a differenza di un HDD tradizionale, non ha un metodo di scrittura e lettura dati di tipo meccanico risultando così molto più veloce, silenzioso e durevole nel tempo. Quando si monta un SSD lo si fa però principalmente per il primo dei vantaggi sopra elencati: potrete notare subito un incredibile reattività sia nell’avvio del sistema operativo sia nell’utilizzo quotidiano e professionale del terminale. La sostituzione della tecnologia di archiviazione con il passaggio da HDD a SSD, se fatto autonomamente o rivolgendosi ad un centro di riparazioni non autorizzato, rischia di invalidare la garanzia. Al contrario, rivolgersi alla casa costruttrice del vostro PC, comporterebbe costi molto elevati sia per quanto riguarda il ricambio che per la manodopera. In ognuno di questi casi, la prima cosa da fare è trovare la soluzione più conveniente, ergonomica e con più alto rendimento. Le possibili soluzioni sono state elencate nella precedente guida: vi invitiamo a leggerla prima di continuare.

 

In generale, a prescindere che voi vogliate un SSD solitario o un SSD meno capiente affiancato da un HDD dalla capacità molto estesa, dovrete fare i conti con la scelta della marca e di conseguenza della qualità. La velocità di lettura e scrittura di un SSD è infatti indipendente dalla sua capacità e pressoché identica tra le varie taglie ma cambia radicalmente da marca a marca e da modello a modello.

Quest’oggi abbiamo fatto delle prove e dei benchmark per farvi riflettere e capire quanto un marchio blasonato possa influire o meno sulle prestazioni di un SSD e quanto voi possiate accontentarvi o meno di un hardware di fascia medio bassa (pur sempre cinque volte più veloce di un HDD).

Abbiamo messo a confronto SSD di marche diverse tra cui Samsung, Crucial, SanDisk e la più economica Goldenfir. Tutte le componenti analizzate fanno parte della fascia medio-bassa e per questo vanno considerate per quelle che sono, distinguendole dai modelli professionali.

Samsung 750 EVO 128 GB

Partiamo dalla più blasonata: la Samsung con la sua 750 EVO.

Benchmark della Samsung 750 EVO

Si tratta dell’SSD meno economica tra quelle citate ma anche della più affidabile: infatti Samsung è la società di punta nel campo delle Unità a Stato Solido e non a caso ultimamente ha annunciato la produzione di chip V-NAND di quinta generazione. Le velocità sono le più alte tra i modelli presi in considerazione come anche il prezzo: è disponibile a 93 € su Amazon.it e può garantirvi circa 553 MB/s in lettura e 512 MB/s in scrittura.

Crucial BX300 120 GB

Passiamo ora alla Crucial, società che da sempre produce diverse tipologie di dispositivi a semiconduttore, tra cui memorie DRAM, memorie Flash NAND e NOR, e per l’appunto unità di memorizzazione a stato solido. L’SSD della società statunitense che andremo ad analizzare è la BX300 ed è forse il compromesso migliore tra prezzo e prestazioni. Durante un normale utilizzo quotidiano, con la tecnologia Sata III raggiunge picchi di 522 MB/s in lettura e di 482 MB/s in scrittura. Si può trovare al prezzo di 47 €.

Benchmark Crucial BX300

Sandisk SSD plus 120 GB

La terza in classifica è la SanDisk. Come non citare una più famose società produttrici di memorie flash al mondo? Prenderemo in considerazione il modello SSD Plus che, insieme all’Ultra II e all’Extreme PRO completa il pacchetto offerto dall’azienda stessa. Anche questo modello è un buon compromesso e si va a posizionare poco al di sotto del precedente: a livello teorico, almeno a quanto riferisce il produttore, riuscirebbe a far registrare fino a 535 MB/s in lettura e 445 MB/s in scrittura. I valori che riamo riusciti a rilevare noi sono stati 512 MB/s in lettura e 371 MB/s in scrittura. Niente male considerando quelli dichiarati dalla casa costruttrice e sicuramente un buon prodotto per rinnovare il proprio PC. Potete trovarla qui a 35 €

Benchmark SanDisk SSD Plus

Goldenfir T650 120 GB

Il fanalino di coda si chiama Goldenfir ed è una delle tante marche disponibili sugli store cinesi quali Wish, Gearbest e tanti altri. È stata inserita in questo confronto per dare spazio a modello particolarmente low-cost ma che si sono dimostrati validi e, seppur con qualche lacuna abbastanza vistosa, all’altezza. Si tratta pur sempre di un modello senza pretese ma, qualora voi abbiate un vecchio PC parcheggiato in cantina e voleste rispolverarlo per riutilizzarlo ma senza grandi ambizioni allora un modello come questo può fare al caso vostro. In generale gli SSD di questa fascia si somigliano tutti, hanno prestazioni relativamente basse ma che, messe a confronto con un HDD meccanico si rivelano di gran lunga superiori rendendo la componente in grado di dare buone soddisfazioni. Nel nostro test ha raggiunto i 336 MB/s in lettura e i 336 MB/s in scrittura: niente di troppo impressionante ma fa il suo dovere e se la gioca piuttosto bene con quelle che non dovrebbero essere nemmeno dirette concorrenti, con modelli che sono sicuramente di una categoria superiore. Come detto prima, questo modello è disponibile su diversi store tra cui Wish a partire da 20 €. Vale sicuramente la pena provarlo.

Benchmark Goldenfir T650

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
206FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI