Boban Pesov

Come ogni settimana, noi di Nerdpool, proviamo a portarvi un’intervista di un personaggio noto sul web.
Oggi ai nostri “microfoni” abbiamo Boban Pesov, fumettista, disegnatore, youtuber e architetto. Un curriculum di tutto rispetto insomma, ma con un unico grande difetto…

“Non sarà mai un vero italiano al 100%”

Iniziamo subito con le domande:

Come spesso hai detto nei tuoi video, sei arrivato qui in Italia dalla Macedonia già abbastanza grande, e quindi senza conoscere la lingua, ma hai fatto tutto il tuo percorso di studi qui.
Dunque come hai vissuto questi cambiamenti quando eri piccolo? Le scuole in generale sono un periodo difficile, ma quando si è bambini, il tutto è anche peggio. Già per un bambino italiano può essere un problema ambientarsi, pur non avendo alcun tipo di barriera.
Perciò, com’è stato crescere in un tale ambiente? Hai mai avuto questo tipo di problemi? Magari anche in anni diversi da quelli dell’infanzia. 

Quando sono arrivato in Italia nel 96 avevo solo 8 anni e l’unica cosa che sapevo in italiano era contare fino a quattro e basta. All’epoca era anche più difficile ambientarsi e imparare una lingua perché non è come adesso che siamo circondati da mille dispositivi o internet in grado di dare una mano ad bambino nell’imparare più velocemente una nuova lingua; all’epoca ci affidavamo alla pazienza della maestra che dopo scuola si fermava 2 ore in più per insegnare a me e mio fratello l’italiano, eravamo pure solo noi due gli unici stranieri in tutta la scuola elementare e quindi non potevamo appoggiarci a qualche altro compagno connazionale che sapeva parlare meglio la lingua, quindi non è stato decisamente facile ambientarsi ed integrarsi da subito, sia culturalmente che linguisticamente parlando.

Per quanto riguarda il tuo lavoro, quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto a prendere una laurea in architettura?
E come sei passato da una prospettiva di lavoro che molti ritengono “sicuro” a un lavoro spesso sottovalutato come quello del disegnatore?

Io ho sempre amato la materia dell’architettura, l’ho sempre guardata come una materia artistica e non come un qualcosa che ti potrà garantire un lavoro sicuro un giorno. Decisamente mi sono accorto di amare di più l’illustrazione e il fumetto senza nemmeno essere un esperto della materia. Sono sempre stato una persona curiosa pronta a mettersi in gioco  e con grandi ambizioni e continuo ad esserlo tutt’oggi anche a trent’anni nonostante gli alti e bassi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tu come creator ricevi un sacco di shitstorm nei commenti, ultimamente a causa dell’attuale situazione politica, ne stai ricevendo molta di più per il fatto che non sei italiano di nascita (e perchè “non sentirai mai il profumo della nonna” Cit.). Come reagisci a tutto questo? Hai fatto di ciò un modo per portare contenuti sul canale con “Spermini alla riscossa” e realizzando anche un fumetto a tal proposito, ma nel profondo gli insulti che ricevi ti “toccano” o ti fanno solo molto ridere?
Ti è mai capitato inoltre di ricevere insulti anche di persona e non solamente da leoni da tastiera? 

Ricevo molte critiche ed insulti sotto i miei video o vignette a tema politica che pubblico su Instagram, è normale.
Internet dà voce a me che sono sempre e comunque con delle idee ben precise che si vanno a contrastare con quelle di una porzione di pubblico che io  chiamo “spermini”, non per forza lo sono tutti, c’è molta gente che si discosta dal mio pensiero però motiva il suo di pensiero e ci sta.
Poi c’è il leone da tastiera che non connette facilmente il cervello con le dita e solitamente invece di risultare offensivo convinto di ferirmi nel profondo, risulta essere solo ridicolo di fronte a me e al restante pubblico che legge il suo commento.

Io mi diverto e mi faccio tante risate quando seleziono i commenti per un video o una vignetta e credetemi che lì ci sarà sempre materiale fresco da portare sul canale finché io continuo ad esternare le mie idee e il mio pensiero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Su youtube ti sei in parte costruito un personaggio unendo la passione per il disegno ad un aspetto più critico per mantenere il tuo stile cinico e arrogante, che possa suscitare in chi guarda i tuoi video o stima e ammirazione o totale “odio” nei tuoi confronti. Ma nella realtà sei davvero così supponente o è solo una facciata che utilizzi su youtube?
Youtube decisamente aiuta a crearti una maschera ma che nel mio caso è solo un’esasperazione di quello che sono io, io nella realtà tendo a non essere così sopra le righe come nei video, però sì sono sempre io, cinico e delle volte stronzo.
Tra i tuoi ultimi progetti, quello che sembra aver dato una gran svolta positiva al tuo lavoro da creator è stata la realizzazione di un fumetto, NaziVeganHeidi, con il mitico Don Alemanno (pseudonimo di Alessandro Mereu), come ti sei trovato a lavorare con lui? Siete entrati subito in sintonia?
NaziVeganHeidi è stato un progetto molto interessante, faticoso e in certi momenti frustrante, però mi ha dato modo di conoscere un nuovo mondo, ovvero quello del fumetto, sono soddisfatto del risultato ottenuto e lavorare con Don Alemanno è stato molto utile per me perché ho imparato molte cose nuove di questo mondo e lui grazie a me ha imparato molto del mondo di YouTube.

Con Ale è nata una grande amicizia, decisamente che va oltre il rapporto lavorativo, quindi questa è una delle tante note positive di questo progetto che nel bene e nel male mi ha tenuto lontano anche da YouTube per quasi un anno.

Come è nata l’idea di NaziVeganHedi? (Di cui ricordiamo esser uscita l’ultima parte “Soluzione Finale. Atto secondo” disponibile su Amazon).

E’ venuta a Don Alemanno, lui ha sempre voluto fare un fumetto sui NaziVegani e la nostra casa editrice voleva realizzare un fumetto su Heidi, quindi hanno semplicemente unito le due cose. Il mio incarico è stato quello più complesso, ovvero disegnate tutta la follia che partoriva la testa di Don Alemanno.

 

Un ultima domanda, con quali propositi affronti il tuo lavoro su youtube? E soprattutto, puoi svelarci qualche prossimo progetto inedito o idee per il futuro del tuo canale? (Non lo diciamo a nessuno)

Ora molto easy, punto a recuperare il canale dato che per un anno sono stato discontinuo con le pubblicazioni, da settembre inizieranno più frequenti pubblicazioni e anche nuove collaborazioni con altri YouTuber (così gli rubo iscritti). Ho molti progetti esterni in ballo da portare dal vivo assieme alla Wacom e poi un progetto super segreto per ora da realizzare sempre con Don Alemanno.

Un grazie speciale a Boban per aver risposto alle nostre domande e per la disponibilità. A presto!

 

-kikass
-Gaetano Reina