PUBBLICITÀspot_imgspot_img

I KILL GIANTS: la recensione del film

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

I Kill Giant è un film del 2017 diretto da Anders Walter e disponibile sulla piattaforma Netflix. È tratto da un graphic novel pubblicata in Italia da BAO Publishing. La recensione la trovate qui.
Barbara è una ragazzina americana ed ha un compito molto importante: uccidere i Giganti.  Per farlo utilizza Coveleski, un potentissimo martello. Non è raro vederla sulla spiaggia o nel bosco a piazzare esche e trappole che attirino questi mostri, invisibili agli umani comuni.

Barbara, data la sua vocazione, risulta una ragazzina insolita e solitaria. Dà risposte sprezzanti a chiunque cerchi di dissuaderla dal suo compito. Risponde con acidità non solo alla bulla della scuola ma anche a chi cerca di aiutarla: la sorella maggiore, la psicologa (interpretata da Zoe Sandana) ed a Sophia che vuole solamente esserle amica.

Come nella graphic novel, in I Kill Giants realtà e fantasia si mischiano e l’esistenza dei Giganti resta pressochè un mistero. In particolare nel film, in quanto, i Giganti compaiono solo quando Barbara è sola.

Il vero Villain della pellicola è un tipo diverso di mostro, è la paura e l’impotenza che Barbara prova verso la malattia della madre. Una malattia che neanche il martello Coveleski può sconfiggere.

Film e interpreti

I Kill Giants è stato presentato al Toronto International Film festival nel settembre 2017 ed è disponibile in Italia dal 6 agosto 2018 sulla piattaforma Netflix.

La CGI non è superba ma ben gestita: i giganti, dal character design simile a quelli cartacei, sono in scena solo se necessario. In ogni caso gli effetti visivi sono in secondo piano visto che il film, proprio come il fumetto, punta sulle emozioni e sull’empatia che lo spettatore ha un Barbara.

Barbara è interpretata da Madison Wolfe, per quanto brava e perfettamente in parte, è forse troppo grande per il ruolo, sembra più una ragazzina delle scuole media che una bambina della primaria. Brava anche Zoe Saldana per quanto il suo personaggio, la psicologa Mollé, non sia molto approfondito.

I Kill Giants è una storia commovente. Racconta di crescita e di accettazione della realtà sicuramente un ottima trasposizione su pellicola di una bellissima graphic novel.

TI POTREBBERO INTERESSARE

LEGGI ANCHE

Dien Bien Phu Volume 4 – Recensione

Un nuovo volume del manga che racconta la guerra del Vietnam in un modo...

Ascender vol.3: Il Mago Digitale – Recensione

È uscito per Bao Publishing a inizio luglio il terzo volume di Ascender, la...

BAO PUBLISHING presenta L’ACCHIAPPARANE

Jeff Lemire l'autore best-seller di serie e graphic novel acclamati come Sweet Tooth (recentemente diventato...

ARGOMENTI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

Princess Maison Volume 5 – Recensione

Trovare la casa dei sogni è solo l’inizio del viaggio. Sachi, la protagonista di Princess Maison, ha acquistato la casa che tanto desiderava ma...

BAO PUBLISHING presenta LA FORTEZZA 3

Nel 1998, i fumettisti francesi Joann Sfar e Lewis Trondheim, in seno al collettivo creativo che costituisce l’editore indipendente L’Association, creano un concetto fantasy per un...

Dottor Andromeda e il Regno dei Domani Perduti – Recensione

Bao Publishing ci riporta nell'universo di Black Hammer, con una nuova miniserie scritta dal solito Jeff Lemire e disegnata da Max Fiumara. La pubblicazione...

Mimikaki Un piacere per le orecchie – Recensione

Un piccolo piacere quotidiano che nasconde molto altro... Opera di debutto di Yaro Abe, Mimikaki Un piacere per le orecchie è l'opera prima del...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img