“I dettagli rendono la storia credibile”

Questa è la frase che meglio racchiude il film di cui vi parlo oggi.
Le Iene è il film che analizzeremo oggi per continuare il nostro percorso attraverso la filmografia di Quentin Tarantino.

Il film

Uscito ormai nel lontano 1992 dal titolo originale di Reservoir DogsLe Iene, è il primo lungometraggio firmato da Tarantino.

 Il film ebbe un budget molto basso, usato per la maggior parte per i vestiti dei sei protagonisti e alcuni dettagli importanti nel film.

La trama

In una calda Los Angeles, un noto malavitoso locale, Joe Cabot, organizza insieme al figlio, Eddie “il bello”, un colpo ad un grossista di diamanti. Per farlo raduna una squadra di sei uomini, tra conoscenti e professionisti del settore.
La squadra però deve mantenere l’anonimato, anche tra i propri membri:

Tarantino
  • Mr Blonde, alias Vic Vega è un vecchio amico di famiglia appena uscito dal carcere;
  •  Larry è un altro amico del capo e prenderà il nome di Mr White;
  • Mr Pink è uno dei “professionisti” come ripete lui stesso più volte;
  • Mr Brown è il personaggio interpretato da Tarantino stesso;
  • il secondo dei professionisti assunti è Mr Blue;
  • Mr Orange è lo sconosciuto del gruppo.

Qualcosa però va storto e ad aspettarli fuori dalla gioielleria c’è l’intero corpo di polizia di Los Angeles. 
Le strade tornano ad essere un far west e qualcuno ci rimane secco.
I superstiti riescono a ritrovarsi nel punto prestabilito, un vecchio magazzino, dove realizzano che tra di loro si nasconde una talpa. Iniziano quindi a indagare su chi possa avere la bocca larga.

Il film si sviluppa, come tutte le pellicole di Tarantino, in capitoli che hanno il compito di scendere nella psiche dei personaggi più importanti del film e di farci immedesimare con loro.

Cosa succederà dopo il loro arrivo nel deposito? Beh qui a Nerdpool vogliamo evitare come la peste ogni spoiler ed è per questo che vi consigliamo di vedere il film, che potrete trovare anche su Netflix.

Curiosità sul film

Inizialmente il film aveva un budget di appena 30.000 dollari, solo dopo che Harvey Keitel divenne produttore, oltre che attore (Mr White), le casse del film ammontarono complessivamente a circa un milione e mezzo di dollari. 
Tarantino ha deciso però di realizzare tutto con il minor dispendio finanziario, girando il film in appena 35 giorni, cosa semplificata dal fatto che l’appartamento di Mr Orange e il magazzino fossero nello stesso palazzo.

Una delle frasi più famose del film:

“Are you cool?”

Cioè “stai calmo”  non era prevista nel copione originale e fu aggiunta dal regista dopo che, per dividere per davvero Lawrence Tierney Michael Madsen (Mr Blonde), la ripeté più volte all’attore di Joe Cabot.

Il film si apre con la spiegazione di Tarantino che da la propria versione del brano “Like a Virgin” di madonna, e di come questo sia un grande riferimento alla 

“fava grossa”

https://www.youtube.com/watch?v=fpQevNDFKGc

Dopo aver visto il film Madonna ha inviato una copia del suo disco “Erotica” accompagnato da un biglietto.

To Quentin. It’s not about dick, it’s about love. Madonna.

“A Quentin. Non parla della fava, ma dell’amore. Madonna”
Tarantino

Come già detto prima, Tarantino ha avuto un ruolo marginale nel film, ma in realtà la parte che si era dato era quello di Mr Pink, che poi venne assegnato all’allora semisconosciuto Steve Buscemi dopo un brillante provino.

Nonostante il cast del film sia di ottimo livello, altri nomi, ben più famosi, avrebbero potuto ricoprire i ruoli. Per esempio: George Clooney Samuel L. Jackson fecero il provino, rispettivamente per Mr Blonde Mr Orange. Tra gli altri nomi che girarono attorno al film ci furono anche quelli di Viggo MortensenChristopher Walken che rifiutò e James Woods, del quale fu contattato l’agente, ma che non passò mai il copione al suo assistito e per questo venne licenziato dall’attore.

Il film inizialmente ebbe pesanti critiche negative derivanti dall’eccessiva violenza.

Tim Roth,attore di Mr Orange, ha girato la maggior parte delle scene cosparso di sangue finto. Questo, a causa di tutto il tempo che l’attore ha passato steso, si è trasformato in colla, bloccando l’interprete al suolo.

Con Le IeneTarantino ha anticipato di diversi anni il concetto di universo espanso. Alcuni personaggi presenti all’interno del film, infatti, sono direttamente ricollegati a altri ruoli che vederemo nei film successivi del regista. Un esempio è “l’incantatore di serpenti” che aiuterà Mr Orange, in Kill Bill scopriremo che questo soggetto è in realtà Bill. Altro esempio è quello legato al personaggio di Vic Vega, che altri non è che il fratello di Vincent Vega, soggetto che sarà interpretato da John Travolta in Pulp Fiction.

Conclusione

Si conclude così la nostra prima avventura alla scoperta dei film di Tarantino. Come avrete potuto notare, non ho fatto la recensione del film, bensì solo la trama per grandi linee e le curiosità relative al film.
Questo perchè sarebbe inutile recensire qualcosa che nel 2017 ha compiuto ben 25 anni. 

Mi è sembrato più interessante invece approfondire quegli aspetti della pellicola che non tutti sanno e di come Quentin Tarantino sia riuscito a tirare fuori dal nulla e con pochissimo materiale un film degno di questo nome. 

Spero che vi siate divertiti a leggere l’articolo, come io mi sono divertito a scriverlo. Continuate a restare sintonizzati su Nerdpool per continuare a seguire quest’analisi della filmografia di Tarantino.

Tarantino

Scrivi qui il tuo commento...