Rafflesia, alla ricerca del fiore più grande del mondo

spot_imgspot_img

La rafflesia è una pianta parassita che genera il fiore più grande del mondo. Questo può arrivare infatti a misurare un metro di diametro e pesare anche dieci chili. Non ha radici né foglie e vive nutrendosi passivamente dalle piante della specie Tetrastigma, succhiando attraverso i tessuti della povera malcapitata finché non si sente sazia.

Nonostante sia poco nota tra i nostrani, è molto famosa in alcuni paesi del sud-est asiatico, quali Filippine, Malesia, Sumatra e Borneo.

Io ho visto questa strana pianta in Malesia, nelle Cameron Highlands, sono stata particolarmente fortunata perché non c’è una vera e propria stagione in cui sbocciano i fiori, la fioritura dipende da vari fattori. Ho dovuto camminare nella foresta per tre ore attraverso sentieri abbastanza accessibili e il clima è stato clemente dato che Cameron Highlands si trova a circa 1500 metri di altitudine rispetto al livello del mare.

C’erano dei boccioli che si sarebbero schiusi da lì a pochi giorni e un solo esemplare di fiore sbocciato. I fiori non si trovano tutti nello stesso posto, bisogna avere una guida che sa dove sono, altrimenti la camminata rischia di rimanere una passeggiata nella giungla. Vederlo è una bellissima esperienza perché si assiste ad uno spettacolo della natura inusuale. Gli esemplari più grandi si trovano in Borneo, ma devo dire che anche il fiore che ho visto io non se la cavava male, è comunque il più grande che abbia mai visto.

Sentieri nella giungla
Grazioso copricapo fatto dalla mia guida con foglie di felce
Vista della giungla a Cameron Highlands
Cascatella nella giungla
Strani fiori incontrati durante il tragitto
Strani fiori incontrati durante il tragitto
Alberi secolari

E’ anche nominata “pianta cadavere” a causa del suo cattivo odore, che ricorda la carne putrefatta.

Grazie al suo pessimo profumo, infatti, attira al suo interno gli insetti che sono gli unici mezzi per l’impollinazione, ovviamente parliamo di mosche, le uniche ad essere attratte dal suo olezzo pungente.

Spesso quando si pensa ai fiori viene subito in mente qualcosa di romantico, delicato e profumato, ma per quanto riguarda il fiore di rafflesia non è proprio così. Ha un odore sgradevole, anche se bisogna metterci proprio la testa all’interno per sentirne la caratteristica, i suoi petali sembrano di gomma e ha un colore spento, però vederlo dal vivo posso assicurare che è una vera e propria emozione.

Bocciolo di rafflesia
Piccolo bocciolo di rafflesia
Il Fiore di rafflesia
Un altro Fiore di rafflesia
Fiore appassito di rafflesia, il colore diventa nero

Purtroppo queste piante sono da considerarsi in estinzione a causa della deforestazione selvaggia che provoca la mancanza di piante ospiti e anche per la difficoltà della fioritura di esemplari femmine e maschi allo stesso momento. Spero davvero che l’uomo non contribuisca ancora una volta alla scomparsa di specie rare e che si possa trovare al più presto una soluzione per conservare questa pianta che sembra provenire da un altro pianeta.

spot_imgspot_img

POTREBBERO INTERESSARTI:

Kochi, la città dei Samurai

Kochi è una città capoluogo, situata nell'omonima provincia nella...

Cameron Highlands, la valle del tè

Cameron Highlands è un piccolo distretto situato nello stato...

Taman Negara: l’ultima giungla

Il Taman Negara è la giungla più antica della...

Kuala Selangor e la magia della notte

La città di Kuala Selangor dista circa un’ora di...

Aoshima, l’anima felina del Giappone

Forse potrà sembrare folle per qualcuno che non è...

Curiosità d’Oriente

Vi siete mai chiesti perché i giapponesi amano dormire...
spot_img

Correlati

spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here