Cosa fareste se all’improvviso vi ritrovaste dentro al vostro smartphone? Questa è la premessa di Into the Net, un nuovo fumetto di Tatai Lab che sarà disponibile in anteprima a Lucca Comics & Games. Questo fumetto, scritto da Fabrizio Capigatti e disegnato da Milena Ciccarello, dietro ad uno stile fresco e allegro e ai suoi colori vivaci, tratta temi importanti e attuali, mostrando i pericoli della rete, dove una sola foto può avere delle conseguenze inimmaginabili…

La storia di Into the net 

Bea (@Bea_Cosplay per un like!), è una comune adolescente con la passione per il cosplay. Una sera, mentre chatta con il ragazzo che le piace, sola in casa mentre la madre è al lavoro, gli manda una foto “piccante”. Il giorno dopo tutti a scuola hanno visto la sua foto e ne parlano, criticandola e aggiungendo tante cattiverie sul suo conto. Anche nell’ambiente cosplay la ragazza viene attaccata per quella sua foto privata. La ragazza, in quel momento, vorrebbe solo sparire.

Il suo desiderio si realizza: Bea si ritrova dentro al suo smartphone in compagnia di un draghetto arancione. Una volta realizzato dove si trova, la ragazza desidera rimanere lì dentro a divertirsi. Dopotutto là fuori l’aspettano solo i commenti acidi di compagni e perfetti sconosciuti. Però Bea, con l’aiuto del misterioso draghetto, capirà ben presto che c’è ancora qualcuno che le vuole bene: la madre, sempre impegnata con il lavoro, ma che farebbe di tutto per avere Bea al suo fianco; e poi Marco, il suo vicino e fedele compagno di banco che la difende davanti a tutti. 

Bea vuole uscire dal mondo virtuale, ma è una corsa contro il tempo tra le mille app del suo telefono. E il suo viaggio di ritorno al mondo reale non sarà facile, ma darà la possibilità anche a chi l’ha criticata e insultata di redimersi e aiutarla a tornare.

Un messaggio importante dietro colori vivaci 

Into the net, nella sua irrealtà, tratta temi attuali e importanti. Leggiamo spesso di foto private che diventano di dominio pubblico e delle critiche che colpiscono la persona coinvolta da parte di amici, nemici e pure perfetti sconosciuti. Possiamo solo immaginare quello che passi nella mente di queste persone e mi è molto piaciuto che in Into the Net si affidi tutto alle immagini e ai commenti che Bea riceve. Non è la ragazza a parlare, lo fanno gli altri, però le sue espressioni dicono tutto: dicono il dolore che prova in quel momento, come si sente incompresa e non ha nessuno al suo fianco con cui sfogarsi.

Lo smartphone di Bea, con tutte le app e i giochi che anche noi abbiamo, diventa il suo rifugio dalla cattiveria del mondo esterno. E potete solo immaginare cosa combinerà Bea con questo strumento… La spensieratezza e il divertimento iniziali, però, saranno ben presto abbandonati: la ragazza capirà l’importanza di dover uscire da lì per non scomparire definitivamente. E così si renderà conto di essere amata dalla madre, da Marco e da tante altre persone. Anche da quelle persone che si nascondono dietro lo schermo di un computer a lanciare giudizi e insulti. 

Con una storia semplice da seguire e nella quale ci si può anche riconoscere, nonostante l’elemento magico (o sarebbe meglio dire tecnologico?), ci si relaziona tantissimo con i suoi personaggi e con le situazioni narrate. Il mezzo del fumetto è perfetto perché lo stile è davvero molto allegro e colorato, ma nei punti più seri riesce a cogliere la gravità del momento. I tagli di scena, le pagine bianche con solo le scritte e le vignette senza parole sono ben calibrate e portano il lettore a riflettere. Il messaggio che viene mandato avviene sia con le parole ma anche con la potenza del disegno e delle immagini.

Un’anteprima da non perdere 

In questo senso Into the Net è una storia fantastica perché nonostante tratti temi importanti (e sui quali non si dovrebbe scherzare) riesce a far riflettere il lettore, e, allo stesso tempo, in alcuni punti, anche a strappargli un piccolo sorriso. Un equilibrio per nulla facile da trovare nelle opere di oggigiorno.

Non posso che consigliarvi questo fumetto: è una storia attuale, simpatica, che lancia dei messaggi importanti nella sua semplicità con uno stile altrettanto semplice, ma indubbiamente efficace in ogni punto. Inoltre proprio per il messaggio, i temi e le situazioni narrate è un fumetto sì indirizzato ad un pubblico giovane, ma può essere apprezzato anche da chi è più adulto e magari sottovaluta la velocità e la potenza del web. 

E qui sotto vi lasciamo le prima pagine di Into the Net!

Ringraziamo Tatai Lab per averci fornito una copia di questo fumetto per questa recensione. Vi ricordiamo che voi potrete trovare Into the Net in anteprima allo stand Tatai Lab a Lucca Comics & Games. In seguito sarà disponibile anche sul loro store online.

Continuate a seguire Nerd Pool per nuovi aggiornamenti su Tatai Lab, Lucca Comics & Games e molto altro 😉

Scrivi qui il tuo commento...