JUMP FORCE Beta test version 1_20181012152848

Facente parte di una schiera di picchiaduro cross-over ed erede diretto (seppur ovviamente scollegato) di J-Star Victory, Jump Force non ha sulle spalle delle responsabilità così difficili da adempiere. Ciò che il pubblico si aspetta è semplice: tanti personaggi tratti dalle opere di Shueisha, un gameplay frenetico e mosse spettacolari.
Quello che ci ha stupito di Jump Force è che offre tutto ciò, ma in un pacchetto piuttosto scadente.

Jump Force

Ricordiamo che tutto quello che verrà espresso in questo articolo riguarda la closed beta del titolo, che potrebbe quindi non rispettare la natura del prodotto finale.

Che figata!

Appena si inizia a giocare il titolo non può non catturare l’attenzione dei fan del fumetto e dell’animazione nipponica. Quello che ci si ritrova davanti è: un roster nutrito e interessante (nonostante nella beta fosse limitato), location riconoscibili, ben costruite e distruttibili dalle spettacolari mosse dei succitati personaggi. 
Il punto di forza maggiore di Jump Force è infatti senz’altro l’accento che pone sull’esecuzione delle tecniche speciali. Il titolo non lesina mai per quanto riguarda inquadrature spettacolari e non esita mai nel fermare il gioco, anche per interi secondi, mostrando Goku intento a lanciare una sfera Genkidama o Naruto colpire il nemico con un Rasengan.

Jump Force

Per aumentare l’immedesimazione è presente anche la possibilità di utilizzare un proprio avatar, che potrà padroneggiare le mosse di tutti i personaggi ed equipaggiarne 4 a sua scelta. Oltre a ciò si potrà anche personalizzare il vestiario (a giudicare dal negozio presente in gioco, ma non accessibile nella beta), creando così il lottatore dei propri sogni.

Tutto quello che abbiamo detto è inserito in un gameplay frenetico e che non ha mai tempi morti. Insomma, per un fan, all’apparenza perfetto.

Jump Force

Però…

Andando avanti però le criticità non tardano a farsi notare.
Se a una prima occhiata il titolo sembra graficamente piacevole ci vuole poco a realizzare che in realtà il merito è tutto dell’Unreal Engine. Questo motore grafico viene usato nella maniera più basica possibile creando un effetto piacevole, ma analogo al lavoro di tantissimi sviluppatori amatoriali presenti su internet.
Saremmo volentieri passati sopra all’utilizzo basilare del motore grafico se quest’ultimo fosse almeno stato utilizzato bene. Il lato tecnico di Jump Force invece (almeno in questa beta) risulta assolutamente imbarazzante. Il titolo non regge mai i 30 fps, scendendo anche sotto limiti inammissibili.

Come abbiamo detto poco sopra uno dei punti forza del titolo sono le mosse spettacolari che si alterneranno frequentemente a schermo, ma unendole al problema citato poc’anzi il risultato non è dei migliori. Se si decide di inserire un gameplay frenetico e delle mosse piene zeppe di particellari, il titolo deve strutturalmente saperlo sopportare e non proporre tutto a 15 frame per secondo.

Jump Force

Se la non fluidità e stabilità sono dei problemi riconducibili alla natura di Beta del prodotto da noi testato, ora arriviamo al problema madre che quasi sicuramente si riproporrà anche nel titolo finito: il combat system.
Come detto in introduzione da un titolo del genere ci si aspetta che il gameplay sia frenetico e, aggiungiamo ora, semplice. Il problema sorge quando il tutto è troppo semplice.

I personaggi hanno due tipi di attacco: debole e forte. I forti non possono essere concatenati, mentre i deboli possono essere usati per eseguire una combo, una sola, premendo ripetutamente il tasto. Dal punto di vista offensivo ci sono anche le mosse speciali, che per quanto belle da vedere sono praticamente tutte uguali (si inseriscono tutte allo stesso modo nelle combo, si schivano tutte alla stessa maniera ecc…) ma con un’animazione differente.
Sul lato difensivo invece troviamo due azioni possibili: parata (con possibilità di fare un parry premendo al momento giusto) o schivata. La schivata può essere attivata anche nel bel mezzo della combo nemica, quindi il risultato è un button mashing tra quadrato per attaccare e grilletto per schivare mentre si viene attaccati.

Jump Force

In conclusione crediamo che Jump Force sia un titolo all’apparenza molto bello, ma che nasconda sotto una coltre di brillantini tantissimi difetti che ne minano la longevità e il divertimento.
Tutti i limiti tecnici riscontrati nella beta potrebbero venir risolti nella build finale, ma siamo quasi certi che l’estrema semplicità del gameplay faccia parte del piano finale degli sviluppatori.

Scrivi qui il tuo commento...