PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Nerdpool consiglia: Sense8

"Nerdpool consiglia" è la nuova rubrica settimanale in cui vi consigliamo, o sconsigliamo, una serie tv. Non perdetevela!!

Titolo originale: Sense8
Creata da: Lilly e Lana Wachowski & J. Michael Straczynski
Data di uscita: 5 Giugno 2015
Stagioni: 2
Stato: Conclusa
Genere: Fantascienza
Paese: USA
Produzione: Anarchos Productions, Georgeville Television
Piattaforma: Netflix
Durata: 54 min

Netflix - sense8 poster serie tv

TRAMA

Sense8 racconta di 8 sconosciuti provenienti da diverse parti del mondo ed appartenenti a diverse culture, religioni e orientamenti sessuali. dopo un sogno in cui vedono morire una donna, gli 8 protagonisti scoprono improvvisamente di essere “sensate”: persone con un avanzato livello di empatia che hanno sviluppato una profonda connessione psichica con un ristretto gruppo di loro simili.

Mentre cercano di vivere le loro vite e capire quale sia il significato di quello che succede, un misterioso uomo di nome Jonas li contatta dicendo di volerli aiutare e proteggere da un’entità malvagia chiamata, Whispers, che dà loro la caccia sfruttando le medesime abilità.

sense8 il cast al pride

Trailer – stagione 1

Cast

Nomi Marks – Jamie Clayton
Amanita – Freema Agyeman
Riley – Tuppence Middleton
Sun Bak – Bae Doo-na
Kala Dandekar – Tena Desae
Wolfgang – Max Riemelt
Will Gorski – Brian J. Smith
Lito – Miguel Angel Silvestre
Mr. Whispers – Terrence Mann
Hernando – Alfonso Herrera
Daniela – Eréndira Ibarra
Capheus – Aml Ameen/Toby Onwumere
Jonas Maliki – Naveen Andrews

Recensione

L’idea della connessione è sempre stata una costante nelle produzioni dei Wachowski, da Matrix a Cloud Atlas, culminata poi con Sense8.
Il titolo nasconde un gioco di parole “sensate” che indica, appunto, chi ha facoltà particolari, come i protagonisti della serie, che sono proprio 8.
Le capacità “sovrannaturali” dei ragazzi sono un mezzo di transizione tra una story-line all’altra e non un fine. Ognuno dei personaggi è bloccato in una condizione di infelicità e insoddisfazione nella propria vita e, la liberazione potrà passare solo attraverso il contatto e l’aiuto degli altri sensate.

sense8 - kala e wolfgang

In pratica la storia d’insieme, quella del gruppo. lavora in funzione dei singoli, rafforzando così i legami tra i vari personaggi.
Le storie coinvolgono lo spettatore, parlano di integrazione, tradizione, religione, famiglia ed affermazione dell’individuo. Durante tute le stagioni i “sensate” lottano pewr le loro singole vite e contemporaneamente per il gruppo. Le story-line sono così meravigliosamente intrecciate l’una all’altra da catturare completamente lo spettatore e renderlo partecipe della storia, e delle storie ad essa collegate.

Sense8 - amanita e nomi

La seconda stagione prende uno slancio diverso rispetto alla prima, pur non rinunciando alle tematiche iniziali, risalta maggiormente la mitologia sui diversi cluster e dei sensate sparsi in tutto il mondo.
Abbiamo un assaggio della diffusione dell’organizzazione di Whispers che interagisce anche con altri personaggi appartenenti a gruppi diversi. 
Veniamo a conoscenza di un nuovo termine, quello dell’homo sensorium, contro il quale si scaglia la BPO (Biologic Preservation Organization) che vorrebbe fermare i sensate.

sense8 - capheus

L’Homo sensorium, come mutante e possibilità di evoluzione, è un ulteriore spunto per parlare di diversità e di pregiudizi. Una tematica molto cara alla serie, che si ripete in ogni puntata fino al grande finale. Fantascienza e realtà si richiamano in Sense8, che è molto chiaro sulle proprie tematiche ed impone differenze ed unicità di ciascun individuo come l’unico mezzo per la salvezza del singolo e della collettività.

sense8 - sun bak e
sense8 - riley e will

Qualche curiosità su Sense8

  • Sense8 è stata concepita dai fratelli Wachowski anni prima durante una chiacchierata sui modi in cui la tecnologia unisce ed allontana le persone.
  • Steve Skroce, che aveva collaborato con loro in Matrix, è tornato per curare gli Storyboard di Sense8.
  • La serie ha riunito i fratelli Wachowski anche con i compositori di Matrix Tom Tykwer e Johnny Klimek le cui musiche sono state orchestrate da Gene Pritsker.
  • Dopo aver raggiunto un accordo con Netflix, durante le riprese è stato deciso che 10 episodi fossero troppo pochi per la prima stagione che, pertanto, è stata allungata di altri due episodi.
  • Straczynski sosteneva di aver mappato un racconto che andava a coprire ben 5 stagioni, con i punti chiavi ed il finale scritti nero su bianco in un documento. Purtroppo a causa dei costi troppo eccessivi della produzione la serie è stata cancellata dopo la seconda stagione.
  • A seguito della cancellazione un nutrito gruppo di fan della serie, attraverso varie iniziative, sono riusciti ad ottenere un episodio conclusivi della durata di quasi 3 ore. (Leggi anche: Sense8 Finale: Amor Vincit Omnia – Recensione)
  • In un episodio diretto da James McTeigue troviamo un riferimento a V per Vendetta.
Sense8 - Lito e Hernando

Voi avete visto Sense8? Vi è piaciuta?
Se non l’avete vista la guarderete?
Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti 🙂

ARGOMENTI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Strange Adventures 1 – Recensione

Sono sicuro che Strange Adventures verrà ricordata a lungo dai lettori e dalle lettrici...

Dylan Dog 416: Il Detenuto – Recensione

Da fine aprile potete trovare in tutte le edicole e fumetterie Dylan Dog 416...

Jupiter’s Legacy stagione 1 – Recensione

Chi non conosce Mark Millar? Nato come autore di fumetti, con il tempo si...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

4,863FansLike
1,560FollowersFollow
219FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

CORRELATI

Dien Bien Phu Volume 1 – Recensione

Raccontare la terribile guerra del Vietnam con uno stile davvero particolare... Questo è Dien Bien Phu, il manga di Daisuke Nishijima che attraverso lo...

I Mondi Possibili di Jonathan Hickman – Recensione

Negli ultimi anni Jonathan Hickman è diventato lo sceneggiatore più importante di casa Marvel e (forse) di tutto il panorama fumettistico americano. Nel 2019,...

Beast Complex – Recensione

Paru Itagaki è una giovane mangaka che negli ultimi anni sta riscuotendo un successo clamoroso grazie alla sua serie Beastars, da poco conclusasi in...

The Handmaid’s Tale 4: Recap e recensione dei primi 3 episodi

The Handmaid's Tale debutta finalmente con la quarta stagione regalandoci tre primi episodi da brivido ma, non esenti da critiche.La quarta stagione della serie...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img

I PIÙ VISTI DI OGGI