Dragon Ball Super: Broly è il lungometraggio dal quale possiamo attingere più informazioni, in assoluto, sulla razza saiyan. Ma oltre che darci delle informazioni sulla razza più bellicosa dell’Universo, Dragon Ball Super: Broly ha aperto altre porte per il futuro del franchise.

Una delle rivelazioni più emozionanti è che…ci potrebbero essere molti più sopravvissuti saiyan, di quelli che immaginiamo.

Dragon Ball Super: Broly

Nel manga Dragon Ball Minus le origini di Goku e la storia di Bardack vengono parecchio rimaneggiate, rispetto alla loro versione canonica. Come appare nel manga e nella serie anime, Vegeta, Radish e Nappa si trovavano in missione altrove, quando Freezer ha deciso di far esplodere il pianeta Vegeta e i suoi abitanti, ma Dragon Ball Super: Broly ha creato l’impressione che ci fosse una comunità più grande di sopravvissuti saiyan.

Broly, Paragas e Beets (un nuovo guerriero che apparirà nel film) sono sopravvissuti al massacro, poiché si trovavano sul pianeta Vampa. Beets e Paragas muoiono nel corso del film, ma questo fatto può far pensare che ci siano altri saiyan perduti nell’universo.

Allo stesso modo, anche la squadra di ricognizione di Vegeta poteva essere più numerosa di quello che sembrava, e magari salteranno fuori nuovi guerrieri di cui non conoscevamo l’identità.

A voi piacerebbe incontrare altri guerrieri con la coda? Sarebbe una saga decisamente interessante!

Leggi anche:

Dragon Ball Super: Akira Toriyama parla di Zamasu

Dragon Ball Super: il buono e caro Principe dei Saiyan

Ghostbusters 3: comunicata la data di uscita ufficiale

Scrivi qui il tuo commento...