Boruto: Naruto Next Generations, è terminato ufficialmente l’arco narrativo della sparizione di Mitsuki. Quest’ultimo è stato etichettato come un disertore del Villaggio della Foglia quando è fuggito. Lo stesso vale per Boruto e Sarada, che lo hanno seguito.

Attenzione Spoiler!!!

Ora che il caos al Villaggio della Pietra è stato risolto, Boruto, Mitsuki e Sarada devono affrontare la punizione: essere privati ​​del loro stato di Genin. Almeno, temporaneamente.

A causa della natura politica del loro coinvolgimento, la maggior parte dei ninja del Villaggio della foglia che andarono ad aiutare il Villaggio della Pietra, sono stati mandati via una volta conclusa la battaglia con Ku. Ciò significava che Boruto, Mitsuki e Sarada non erano presenti al funerale di Onoki, nonostante gli fossero molto vicini.

Mitsuki era stato interrogato da Sai e Konohamaru mentre cercavano di arrivare alla radice del perché volesse andarsene. Il ragazzo ha chiarito che voleva ottenere maggiori informazioni su tsukurare. Ma ha anche chiarito che inizialmente se n’è andato con loro perché era confuso riguardo al fatto se avesse o meno una volontà sua.

Mitsuki sembra apparentemente libero dalle accuse di cospirazione. Ma lui, Boruto e Sarada sono stati privati ​​del loro stato di genin e delle loro fasce. Il Team 7 è stato sciolto, e devono ricominciare da capo. Sebbene questa punizione sia molto dura, soprattutto considerando che è stato Naruto a punire il proprio figlio, è in linea con le leggi della foglia nascosta.

Fino a quando l’attuale Tsuchikage Kurotsuchi si è presentato da Naruto per ringraziare Boruto e gli altri per i loro sforzi. Era perplessa di non poterli ringraziare personalmente (perché non erano più shinobi), e sottolinea che sarebbero stati sempre i benvenuti al Villaggio della Pietra come shinobi. Naruto prende il suggerimento, e riforma la squadra 7. Quindi Mitsuki, Sarada e Boruto hanno avuto alcune conseguenze per le loro azioni, ma sono pronti a ricominciare da capo.

Leggi anche:

Scrivi qui il tuo commento...