Planet dead 2
Lenovo

Dopo il primo capitolo ambientato a Genova, Luca Lavieri segue il contagio a Milano.

Luca Lavieri, giornalista che spesso opera come reporter sul campo, si trova a dover affrontare una potenziale catastrofe mondiale.

A seguito della perdita del suo collaboratore Hacker, Luca viene avvicinato da Sara Vanzella, agente dell’intelligence.

Assieme continuano le indagini per arrivare all’origine dell’operazione che ha messo il mondo in pericolo.

Sul luogo del delitto di uno sbranamento da parte di alcuno non morti Luca e Sara scoprono dei messaggi indirizzati al giornalista.
Seguendoli l’uomo fa una scoperta sconvolgente.

Daniel, vecchio amico di Luca, che si pensava morto, in realtà dopo essere finito in una ‘foiba’ ricolma di zombie non è morto ma è stato contagiato dal virus.

Lo sventurato Daniel chiede al vecchio amico di essere ucciso per placare la sua maledizione.

Entra in campo anche un ignoto personaggio che si scopre essere il mandante del container Zombie del primo capitolo.
Egli ha il potere con un richiamo di far attaccare tutti gli zombi su un obiettivo di sua scelta.

Per evitare problemi con ‘il paziente zero’ Daniel, l’ignoto malintenzionato è costretto a far uccidere il vecchio amico di Luca.

Sara e Luca decidono che è ora di spostarsi dove tutto è iniziato: in Africa.

In una scena post-credit Sara si mostra a colloquio con il misterioso uomo sopra indicato come l’organizzatore dell’invasione. I due stanno usando Luca per arrivare a qualcosa.
La missione in Africa sarà la più delicata fin’ora mai intrapresa dalla coppia.

Considerazioni

In questo Planet Dead 2, saga non convenzionale sugli zombie c’è molto da capire e molto da interpretare.

Innanzitutto la magistrale opera di scripting da parte di Stefano Bonazzi,i disegni e gli inchiostri di Luciano Costarelli, permettono al lettore di immergersi in una Milano cupa, dark piena di insidie nascoste.

Il personaggio di Luca, sempre più solo e abbandonato anche dai collaboratori più vicini diventa sempre più il giustiziere solitario che si deve far carico da solo della risoluzione del disastro che è in atto.

Sara invece nella scena finale dell’albo apre un’infinità di possibili scenari futuri. Doppio, triplo gioco o chissà quali sono le intenzioni dell’agente che fino a qualche pagina prima sembrava essere l’unica alleata rimasta a Luca Lavieri.

Gli intrecci narrativi, i disegni ben congegnati e un futuro così incerto non fanno che aumentare la voglia di vedere il proseguimento della storia.

Planet Dead 2

Interessati anche voi alla nuova avventura di Planet Dead? Fatecelo sapere nei commenti ed aiutate i produttori del fumetto acquistando sul loro store ufficiale.