Gremlins, il film più famoso di Joe Dante, è un cult sin dalla sua uscita nel 1984 e potrebbe esserlo anche per le nuove generazioni

Quando parliamo di Gremlins, parliamo di uno dei film più amati degli anni ’80, attorno al quale i fans si sono sempre stretti affettuosamente in gran numero.
Oggi tutto questo affetto viene ripagato dalla Warner Bros. che ha deciso di sviluppare una serie legata al franchise nato con il film.

Gremlins

L’obbiettivo della casa di produzione, dichiarato sin dal primo momento, è quello di far man bassa tanto dei fans di vecchia data, quanto di quei giovanissimi che di Gremlins ne hanno sentito solo parlare dai propri genitori.

La sceneggiatura di Chris Columbus nacque sulla scorta di un’idea che nel 1943 Roald Dahl ebbe per il suo libro per bambini intitolato, appunto, I Gremlins. Da quell’idea Dahl ricavò una sceneggiatura per un progetto avviato con la Disney, che purtroppo non vide mai la luce. La sceneggiatura iniziale di Columbus era molto più orrorifica e prevedeva numerose scene cruente, tra lo splatter e il gore, quindi venne ridimensionata. Affidata la produzione a Spielberg, il sucesso era quasi un fatto scontato.

Il successo fu tale che questa piccola produzione portò a casa quasi 160 milioni di dollari e diede il via ad un merchandising che ancora oggi conta mnumerosi acquirenti. L’idea di Warner è appunto quella di sfruttare un franchise così forte per far da traino alla questa sua nuova serie animata. In questa maniera possono sperare di puntare sugli appassionati di genere ma anche di coinvolgere i più piccoli.

La serie televisiva sarà un prequel del franchise cinematografico e racconterà il passato di Mr. Wing, interpretato nel film da Keye Luke

Il giovane Wing si troverà quindi a vivere nuove avventure legate ai tenerissimi e terrificanti gremlins.

Le indiscrezioni, che abbondano, puntano sul fatto che questa nuova serie sia uno dei calibri da novanta che Warner vorrebbe utilizzare per il lancio della sua nuovissima piattaforma di streaming. Talmente nuova da non avere ancora neanche un nome.

Potrebbe quindi essere scontato, a questo punto, che le serie e i film di proprietà della Warner, adesso in altri cataloghi (come Netflix e Amazon) possano tornare in casa madre. Alla stessa stregua di quello che sta accadendo in Disney con i titoli Marvel.
Questo vorrebbe dire popolare questo nuovo canale con gioielli come Friends, giusto per citarne uno solo e dare subito in tocco di qualità al nuovo catalogo che si andrà a creare.

Scrivi qui il tuo commento...