“Ricordo che stavo parlando con Angela Kang e le chiesi di non farmi dire i discorsi di Rick. Daryl non è la persona che ti dice ehy, costruiremo una comunità!” ha rilasciato Norman Reedus in un’intervista durante il “PaleyFest”.
La star di The Walking Dead ha inoltre aggiunto: “Angela ha fatto un lavoro magistrale nel mantenere Daryl ‘Daryl’ le sono grato”

Reedus, che recentemente ha sorpassato il collega Andrew Lincoln per numero di presenze nella serie; ha dichiarato che in questi anni ha visto moltissime persone andare via dalla show.
“Anche adesso ho i fantasmi di questi ragazzi, sono con me in ogni fottuta scena” ha detto; “Mi ricordo il fortissimo legame che univa me e Andy (Andrew Lincoln); il bellissimo rapporto che avevo con Scott (Scott Wilson) e con Jon (Jon Bernthal)”

Andrew Lincoln, Daryl Dixon e Scott Wilson in un dietro le quinte (AMC)

Le uscite di scena dei leader Rick e Maggie (Lauren Cohan) e lo scontro sempre più profondo con Alpha (Samantha Morton) e i suoi sussurratori; hanno spinto Daryl verso una leadership, ma la star ha insistito che il suo personaggio non si metterà nei panni di Rick. “Rick è il quarterback di questa squadra, lo è sempre stato, lo sarà sempre” ha detto Reedus a luglio.

Invece di sviluppare un leader unico seguendo le orme di Rick – che ricordiamo non è morto e la sua storia continuerà in una trilogia di film -; The Walking Dead ha scelto di far emergere i ruoli di Michonne (Danai Gurira), Carol (Melissa McBride) e Daryl (Norman Reedus).
“Norman ha un po’ l’atteggiamento di Daryl. Non gli piace essere definito come numero uno, a suo modo è un leader” ha detto la Kang a Variety nello scorso ottobre.
“Anche Danai è una leader meravigliosa, ha uno stile unico, si impegna per garantire alle persone un futuro giusto”.
“Melissa è fantastica, ovunque va riesce a trascinare tutti”

La storyline ormai si diffonde in modo omogeneo tra Alexandria, Hilltop e Il Regno; che presto troveranno un nemico comune, i sussurratori.

Scrivi qui il tuo commento...