IN EVIDENZA

Apex Legends: ban via hardware per i cheaters

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
195FollowerSegui

Respawn Entertainment continua a tirare dritto e non guardare nessuno in faccia in merito alla propria causa contro i cheaters su Apex Legends.
Gli sviluppatori avevano recentemente dichiarato guerra aperta ai cheaters ed ha preparato un’altra ondata di ban per tutti quei giocatori che cercano di trarre vantaggio utilizzando del codice esterno.

Non è ancora chiaro il metodo utilizzato da Respawn Entertainment, alcuni dei giocatori bannati hanno commentato così:

Ora riescono in qualche modo a recuperare informazioni, infatti mi sono stati bannati 3 account solamente mentre avevo il software aperto in background

Ho utilizzato MalwareBytes per rimuovere al meglio il tutto e mi è costato più di 50$. Dopo sono tornato a giocare con il mio account principale ed è stato bannato anche se su questo non avevo mai utilizzato alcun cheat.

Alcuni giocatori hanno provato a cambiare l’indirizzo IP, ma dopo qualche ora sono stati comunque bannati.

Octane Apex Legends

Dopo poche settimane dall’uscita gli sviluppatori avevano dichiarato di aver bannato più di 16 mila giocatori, ora il numero è cresciuto esponenzialmente ed è arrivato a 355 mila.
Il successo di Apex Legends rimane indiscusso ed ora Respawn Entertainment sta facendo di tutto per migliorare il gioco, rimuovendo vari bug presenti, aggiungendo nuovi oggetti ed in questo caso cercando di limitare i giocatori che utilizzano cheat.

Continua a seguirci su NerdPool.it per non perderti tutte le migliori notizie!

Dai anche un occhio alla nostra guida per ottimizzare le performance di Apex Legends su PC.


ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
195FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI

Fortnite, Stagione 4: tutti i dettagli dell’update 14.40 – LIVE

Anche questa settimana il tweet sull’account ufficiale @FortniteStatus ci ha confermato l'avvento dell'update 14.40 con il solito periodo di downtime per le ore 10:00 (ora italiana). La...