Codemasters è una garanzia quando si parla di videogiochi automobilistici. Nel 2015, l’azienda rilasciò DIRT Rally, uno spin off della serie DIRT, interamente incentrato sul rally. A distanza di quattro anni, ecco arrivare il seguito: DIRT Rally 2.0.

Il secondo capitolo rilasciato da Codemasters è un racing game di altissima qualità che affina alcune caratteristiche del precedente capitolo, attenuandone le imperfezioni.

DIRT Rally 2.0 è un degno erede del primo DIRT Rally. Le migliorie apportate al gioco sono molte. A partire dal grip delle vetture. Finalmente in base alla tipologia di superficie che andremo ad affrontare, le vetture scivoleranno in maniera del tutto realistica. Una vera e propria sfida, anche per i piloti più esperti. al pilota virtuale una vera e propria sfida.

Le modalità di gioco

DIRT Rally 2.0 offre quattro diversi tipi di partita: la carriera basata sui Rally Storici, il campionato ufficiale FIA World Rallycross Championship, le prove a tempo e il multiplayer. 

I Rally Storici sono campionati suddivisi per categoria, ognuno dei quali ambientati in una delle ambientazioni che il gioco vi propone, tra cui Spagna, Polonia, Australia, USA, Nuova Zelanda e Argentina. Ogni campionato è composto da diverse tappe d’affrontare, lo scopo è ovviamente quello di arrivare primi con la somma dei tempi realizzati in tutte le gare rally.

Ma DIRT Rally 2.0 offre anche altro. Oltre ai Rally Storici troviamo infatti sia le prove a tempo che la licenza ufficiale Fia World Rallycross Championship. Le prime sono prove a tempo con tanto di leaderboard. Il campionato ufficiale Rallycross è invece basato sulla nota competizione e permette di affrontare gare più per gli amanti dei titoli automobilistici comuni gareggiando su circuiti chiusi misti.

Il parco auto si presenta decisamente vasto con più di 50 vetture e le location offrono dei percorsi vari e molto impegnativi. 

DIRT Rally 2.0: la recensione del nuovo gioco di Codemasters
Immagini tratte da DIRT Rally 2.0 di Codemasters

La ricerca del grip

Sarò sincero. Ci sono volute diverse ore di gioco (con il pad) per trovare la giusta confidenza con DIRT Rally 2.0. Non è mai stato così difficile trovare il grip e, senza aiuti, almeno all’inizio il solo copilota non vi sarà d’aiuto. Ostacoli, dossi, strettoie e massi…saranno il vostro peggiore incubo.

In base al tipo di trazione, poi vivrete un’altalena di emozioni. Soprattutto le auto con la trazione posteriore, sarà molto difficile portarle al limite. La possibilità di agire sugli assetti vi permetterà di adattare la vettura al vostro stile di guida e alla prova speciale che dovrete affrontare. A proposito delle regolazioni degli assetti, ecco un altro punto positivo: ci siamo trovati molto bene con il sistema di regolazioni, non è per nulla complesso e anche piccole modifiche possono fare la differenza nelle vostre prove a tempo.

La grafica

Non c’è molto da dire. Gli sviluppatori hanno fatto un lavoro eccezionale. DIRT Rally 2.0 ci offre, per un gioco di rally, la miglior esperienza grafica vista fino ad oggi. Alcuni scenari ci hanno lasciato senza fiato. Anche i modelli delle vetture sono ben realizzati sia all’esterno che all’interno. Anche le condizioni meteo non sono da meno. Quando vi capiterà di correre sotto la pioggia, noterete un “effetto bagnato” e le gocce di pioggia sul parabrezza così ben realizzate da sembrare reali.

Le novità

Il tracciato non è uguale per tutti.

In DIRT Rally 2.0, una delle novità più interessanti è sicuramente la degradazione del tracciato. Questo vuol dire che essere i primi a partire significa affrontare un tracciato “immacolato” e quindi con poco grip. Se partirete per ultimi, al contrario, troverete solchi lasciati dai vostri avversari. Vi consigliamo di prestare attenzione in entrambi i casi.

La scelta della mescola conta

Ricordatevi di scegliere la mescola degli pneumatici. Prestate attenzione alla lunghezza del tracciato, al fondo stradale e soprattutto al vostro stile di guida. Questi fattori influiscono molto sulla durata delle vostre gomme. Non è difficile ritrovarsi a metà percorso con la mescola terminata e con una vettura che diventerà, di colpo, ingestibile e con pochissimo grip.

Immagini tratte da DIRT Rally 2.0 di Codemasters

DIRT Rally 2.0 è l’ottima evoluzione del primo capitolo uscito nel 2015. Il sistema di guida è solido, così come la difficoltà scalabile e il comparto tecnico lo rendono apprezzabile da chiunque. Le novità sono poche ma sono apprezzabili. La guidabilità con il pad è migliorata, ma saranno necessarie alcune ore di gioco per prenderci la mano. In conclusione DIRT Rally 2.0 è un racing game simulativo/arcade di altissima qualità che affina alcune caratteristiche, attenuando le imperfezioni. Degno di nota è il comparto grafico decisamente di altissimo livello.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti e la prossima recensione.

PANORAMICA
Il voto di NerdPool.it
8.5
Articolo precedenteGame of Thrones: Benioff e Weiss vogliono un finale alla Breaking Bad
Articolo successivoChris Hemsworth vorrebbe interpretare il prossimo 007

Scrivi qui il tuo commento...