Roman Polanski denuncia l’Academy per tornare a farne parte

Roman Polanski torna a far parlare di sé denunciando l'Academy per la sedicente erronea esclusione dalla commissione che assegna i premi Oscar

spot_imgspot_img

Roman Polanski nella sua travagliata vita privata e pubblica ha sempre avuto a che fare con grandi demoni.

Vissuto l’olocausto nel ghetto di Cracovia e diventato orfano scoprì da giovane che il suo talento di scrittore e regista avrebbe potuto portarlo in alto.

Nel 1962 con Il coltello nell’acqua al debutto fu capace di ottenere una nomina agli Oscar.
Da lì il suo successo e l’amore nei suoi confronti crebbe esponenzialmente.

Quando nel 1969 la moglie Sharon Tate fu assassinata incinta del figlio, la prospettiva della martirizzazione non ha fatto che accrescere i manierismi nei confronti del regista.

Il tema torna ad essere caldo in questi anni con il progetto di Quentin Tarantino che porterà in scena Once Upon a Time in Hollywood.
Il wonder boy poerterà nel film anche le vicissitudini avvenute in quell’occasione.

Tutto però ebbe una svolta qualche anno più tardi quando fu accusato di aver drogato e stuprato una ragazzina di 13 anni.

L’Academy di tutta risposta decise di estromettere il regista dalla sua giuria incaricata delle premiazioni cinematografiche.

Dopo aver scontato una pena psichiatrica Roman Polanski fuggì in Europa per evitare nuove sovversioni.

La notizia

E’ notizia di queste ore che Polanski voglia denunciare l’Academy per averlo ingiustamente estromesso dalla sua giuria.

Secondo il legale del regista:

“l’academy ha commesso un abuso pregiudizievole in quanto non è riuscita a procedere in un modo richiesto dalla legge, la decisione di espulsione dell’Academy non è supportata dai risultati, e le scoperte non sono supportate dalle prove”

Sembra dunque che il regista a distanza di quasi cinquant’anni dall’accaduto voglia tornare a far parte di quell’elite cinematografica che tanto li ha dato, ma che tanto in fretta si è ripresa la sua notorietà.

Non è certo sulle pagine di NerdPool che deve essere instaurato un tavolo di giuria ma così come per tutto, l’auspicio è che alla fine giustizia, la vera giustizia, sia fatta.

Roman Polanski e Sharon Tate
spot_imgspot_img

POTREBBERO INTERESSARTI:

Quentin Tarantino: il suo decimo e ultimo film potrebbe essere un horror

Il regista Quentin Tarantino ha offerto al pubblico una...

Once Upon a Time in Hollywood: le dichiarazioni di Quentin Tarantino su Al Pacino

La maggior parte della pubblicità che circonda il film...

Tarantino, Margot Robbie e “Birds of Prey”

L'attrice australiana Margot Robbie è tornata a parlare del...

Once Upon a Time in Hollywood: Jack Nicholson avrà un ruolo nel film?

L'attore Lew Temple sembra essersi lasciato sfuggire che Jack...

Once Upon a Time in Hollywood potrebbe durare di più

Impegnato nella promozione del suo nono film al Festival...

Once Upon a Time in Hollywood, Tarantino lo paragona a Pulp Fiction

Quentin Tarantino è in questi giorni impegnato nella promozione...

Cannes 2019, Leonardo DiCaprio incontra Lina Wertmuller

Leonardo DiCaprio, è tra i protagonisti dell'ultimo film di...
00:02:35

Once Upon A Time in Hollywood: un nuovo trailer del film

È ufficialmente arrivato un nuovo trailer di Once Upon...
spot_img

Correlati

Once Upon a Time in Hollywood: i poster dei film nel film

Dopo avervi mostrato il primo teaser trailer del nono...

Once Upon a Time in Hollywood: la premiere a Cannes

Il nuovo, conturbante e tanto atteso film di Quentin...

Star Trek: Tarantino ha già scritto lo script del film

Già diverso tempo fa vi avevamo anticipato che Quentin...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here