Don Camillo a Fumetti

Così prosegue la nostra camminata sul sentiero del Mondo Piccolo di Giovannino Guareschi in compagnia di Don Camillo e Peppone con la recensione del quarto volume di Don Camillo a fumetti.

Don Camillo a Fumetti

Come tutti i volumi, questo narra le vicende del Mondo Piccolo.
Parte illustre del piccolo mondo sono Don Camillo, Peppone e tutti i loro compagni.
Nove degli undici capitoli del volume, si riferiscono alle storie dei due amici-nemici.

In tutti i volumi di Don Camillo a fumetti ci sono anche illustrati due capitoli del Mondo Piccolo senza i due come protagonisti.

A conclusione dei capitoli illustrati non da meno, viene raccontata in qualche pagina un dossier delle fasi di produzione de fumetto appena letto e una pagina sulla elettrizzante vita di Giovannino Guareschi.

Considerazioni personali

Benché ambientate in un caldissimo periodo sociale per l’Italia post bellica, le storie narrate da Guareschi nei suoi racconti sanno lasciar trasparire speranza e amore per il prossimo.
Le fazioni politiche di quell’epoca erano più che semplici argomenti di chiacchiere, erano stili di vita e di pensiero a tutto tondo.

Don Camillo, caldo repressore della politicità nella vita spirituale delle persone spesso però si trova a “Buttare i discorsi sul politico”. Questo è monito di quanto all’epoca la fede politica rappresentava un vero e proprio dettame vitale.

In questi periodi di forse contrapposizioni sociali però Guareschi prende Don Camillo, Peppone e tutto il Borgo e fa svolgere loro il ruolo di icone.
Icone di un popolo che nonostante le differenze di pensiero e scelte deve rimanere unito e ricordarsi sempre che lo scopo finale di prosperità è comune per tutte le menti e tutti i partiti.

Parte della racolta del quarto volume di Don Camillo a fumetti, riguarda la famosa maestra di Peppone alle scuole elementari.
Personaggio chiave delle storie del Mondo Piccolo, la maestra è parte anche delle trasposizioni cinematografiche.

La maestra nelle storie di Guareschi è la figura dura e sicura che ci si aspetta da una maestra scolastica degli anni ’20. Autoritaria, intransigente ma profondamente devota al proprio lavoro educativo.

Lo spunto delle preferenze monarchiche del personaggio della vecchia maestra hanno dato spunto allo scrittore di romanzare le sue chiare propensioni monarchiche a discapito della repubblica italiana appena instaurata.

Giovannino Guareschi un’altra volta insomma entra a far parte delle storie da lui stesso redatte impersonificando una sua idea nella mente di un personaggio di finzione.

Impossibile concludere questa recensione senza particolare menzione alle storie del Mondo Piccolo di questo capitolo.

Struggente è la storia di una madre costretta a convivere con un famiglia di patriarchi, dove trova nel più piccolo il suo unico alleato. Il figlio additato come Cocchino pur di rimanere con la madre si auto calunnia di un mancato pagamento.

Don Camillo

Rimanete sintonizzati su NerdPool per i nuovi capitoli della serie.

Scrivi qui il tuo commento...