IN EVIDENZA

I dipinti maledetti (Majo no Kaigashuu) vol. 1 – Recensione [no spoiler]

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
206FollowerSegui

I dipinti maledetti (Majo no Kaigashuu), edito in Giappone da Shueisha, è arrivato in Italia grazie a Star Comics. Ecco una recensione spoiler free per il primo volume di questa magica storia.

Questo manga, shounen, è in generale più cupo e con risvolti “horror” rispetto ad altri a cui potremmo ricondurlo.
Il fatto che Loki abbia una cornice magica per catturare i diversi quadri rende facile un paragone con il famoso titolo delle CLAMP Card Captor Sakura ma se ne discosta nei toni e non solo.
La costruzione di organizzazioni e di ranghi lo accomuna più ad un Fairy Tail, mentre sotto certi punti di vista vi son reminescenze di titoli quali Saiyuki ma non solo.

L’autrice su Twitter mostra anche una chiara passione ed influenza dal mondo dei videogiochi, sia jrpg che non.
E da qui un monito dunque a titoli come Sword Art Online, indubbiamente richiamato sotto diversi aspetti.

Il tutto non sembra comunque una copiatura e la trama si dispiega pagina dopo pagina sorprendendo e facendo vedere lati diversi sia dei personaggi che della storia stessa.
Dall’amore puro, all’amicizia, all’antichità, alle tradizioni, al moderno, all’orrore.
Una civiltà che non si evolve e che riesce sempre a produrre qualcosa di malvagio, evidente allegoria del mondo attuale.

Umano ed inumano, convivenza ed accettazione ma anche disprezzo e cambiamenti.

Si tratta anche del valore di una promessa, quella che Loki fece a Aisya, un compito che porta sia tristezza che sorriso.

La trama

Video presentazione di Majo no Kaigashuu

Senza scendere nel dettaglio ecco l’introduzione stessa della storia, prima che diventi davvero tale.

Aisya è infatti una bambina malata a cui piace dipingere.
Scopre così un giorno che i quadri che realizza con il suo sangue hanno il poter di aiutare le persone, in diversi modi.
Purtroppo l’essere umano inizia ad approfittarsi di questa situazione, corrotto dal desiderio e dal potere, per cui alcune opere della bambina si trasformano in malefiche e pericolose creature.
Da lì la leggenda dei “dipinti maledetti della strega”.
Loki è il miglior amico di Aisya: attraverso una storia complicata e commovente, il giovane, prima che lei muoia, le promette di trovare e bruciare tutte le sue opere.
Ecco che inizia un lungo viaggio…

Magia, organizzazioni segrete e non, personaggi particolari tra il comico ed il serio, situazioni paradossali: ne I dipinti maledetti si trovano molte tematiche ma la lettura risulta scorrevole e molto piacevole, senza per questo cadere nel superficiale o banale.

recensione star comics manga primo volume hachi dipinti maledetti loki
Copertina originale Vol.1

Il vol.1 della versione italiana de I dipinti maledetti, incluso da Star Comics nella collana TARGET, costa 4,90 € e comprende la sovracopertina a colori.
Il secondo volume uscirà invece il 22 maggio: ancora un mese d’attesa per veder continuare la storia che ci lascia nell’ultima pagina con una grande sorpresa.

Cosa ne pensate? Avete già acquistato il volume?
Speriamo che questa recensione, volutamente “vaga”, vi possa almeno invogliarne la lettura.

Continuate a seguirci su NerdPool.it e sui social per tante news, anticipazioni e recensioni sul mondo dei manga e dei fumetti in generale ma non solo!

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
206FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI