Better Call Saul

In un’intervista la star di Breaking Bad e di Better Call Saul, Giancarlo Esposito ha annunciato che con la sesta stagione si chiuderanno le vicende del prequel su James McGill, alias Saul Goodman.

Mentre la produzione della quinta stagione ha avuto un leggero spintone nel futuro, il format che sembrano voler adottare i creatori è simile a quello della serie da cui Better Call Saul germina: Breaking Bad.
L’idea del creatore Vince Gilligan sembra essere una replica delle cinque stagioni in cinque anni, sebbene alla fine con una divisione dell’ultima stagione in due si sia arrivati a sei stagioni.

Giancarlo Esposito in un’intervista a Collider tra gli altri temi ha confermato la lunghezza dello show a cui lui presenzia sotto il personaggio di Gus Fring, spietato malavitoso travestito da imprenditore.

Better Call Saul

La serie prequel di Breaking Bad racconta le vicissitudini che portano un giovane volenteroso studente di legge a cambiare connotati ed obiettivi per diventare Saul Goodman: avvocato specializzato in crimini.

Il personaggio di Saul presentato nella serie originale è piaciuto a tal punto dal dedicargli queste sei stagioni per sciorinare la storia di un personaggio così criptico.

La quarta stagione di Better Call Saul si conclude con uno dei momenti più iconici per la storia del protagonista James McGill (Bob Odenkirk) che richiede i moduli per il cambiamento del nome anagrafico.

Better Call Saul

Rimanete sintonizzai su NerdPool per aggiornamenti.

Scrivi qui il tuo commento...