Game of Thrones 8x03 riassunto

Questa notte è andata in onda la terza puntata dell’ottava ed ultima stagione di Game of Thrones (Il Trono di Spade). La puntata, dal titoloThe Long Night“, si svolge interamente a Winterfell (Grande Inverno) e raffigura l’epica battaglia tra l’esercito dei morti e gli eserciti dei vivi.

L’episodio 8×03 è il settantesimo di Game of Thrones, è stato scritto da David Benioff e D. B. Weiss ed è diretto da Miguel Sapochnik.

Guarda anche il video promo della puntata 8×04.

Attenzione, seguono spoiler. Se non volete rovinarvi la sorpresa sulla terza puntata di Game of Thrones 8, non proseguite.




Mentre il calar delle tenebre si abbatte a Grande Inverno, le forze congiunte dei vivi si organizzano per la grande battaglia. I Dothraki (comandati da Jorah Mormont), gli Immacolati (comandati da Verme Grigio), i Cavalieri della Valle (capitanati da Brienne of Tarth e Jaime Lannister), e l’esercito del Nord (fiancheggiato dalla Fratellanza senza Vessilli e dai Guardiano della Notte) si stanno organizzando fuori dalle mura di Grande Inverno.

Nel silenzio assordante che precede l’arrivo dell’esercito dei non morti, un cavaliere solitario giunge al cospetto di Jorah Mormont. È Melisandre che, grazie al Signore della Luce, incendia le spade dei Dothraki con il fuoco sacro.

Subito dopo, prende vita la battaglia. I Dothraki, a cui spetta il compito della prima carica, vengono annientati in pochi istanti.

Jorah e pochi altri, riescono a fuggire e si uniscono agli Immacolati.

L’esercito dei non morti, si scaglia con veemenza contro i vivi. Lo scontro è durissimo, muoio in molti. Tra questi, Eddison Tollet, il comandante dei Guardiani della Notte, che muore nel tentativo di salvare Samwell Tarly.

Utilizzando i draghi Rhaegal e Drogon, Jon Snow e Daenerys Targaryen riescono a bruciare un buon numero di componenti dell’esercito degli Estranei, consentendo ai vivi di rifugiarsi nel castello di Grande Inverno. La ritirata viene protetta dei pochi Immacolati rimasti. Tra questi vi è Verme Grigio, che si reca nelle retrovie per “chiudere” la trincea.

Nel frattempo, nei pressi dell’Albero Sacro, Bran Stark rincuora Theon e subito dopo prende possesso di un gruppo di Corvi.

Il Re della Notte, a cavallo di Viserion, attacca Daenerys e Jon. I due si disperdono a causa delle intemperie che rendono impossibile vedere cosa sta succedendo.

Ser Davos ordina di incendiare le trincee e lancia il segnale a Daenerys. Ma la donna non è in grado di vedere il segnale. A questo punto, un piccolo gruppo di Immacolati protegge Melisandre che lancia un incantesimo ed incendia finalmente la trincea. I non morti sembrano bloccati.

Mentre difende il muro settentrionale, Arya Stark viene ferita ed inseguita da un gruppo di non morti. Sandor Clegane e Beric Dondarrion cercano di raggiungerla per aiutarla.

Beric si sacrifica per consentire la fuga di Arya e di Clegane. I due raggiungono una stanza, al suo interno trovano Melisandre. La Sacerdotessa Rossa incoraggia Arya, secondo la donna, la giovane Stark ucciderà il Re della Notte.

“Cosa diciamo al Dio della Morte? Non oggi”


Arya, pronta a compiere il suo destino, abbandona la stanza.

Il Re della Notte usa il fuoco del suo drago per aprire la porta Nord. Entra un gigante che attacca Lyanna Mormont. La ragazza, poco prima di morire, riesce ad infilzare l’occhio dell’enorme essere con del vetro di drago.

Ne frattempo, il Re della Notte viene disarcionato dal suo drago grazie a Daenerys e Jon. Il capo degli Estranei, a terra e solo in mezzo al campi di battaglia, viene individuato da Daenerys e colpito dal fuoco di Drogon. Il colpo non ha effetto. Daenerys è costretta alla fuga per evitare che il suo drago venga infilzato dalla lancia del Re della Notte. Nel frattempo, Jon Snow lo raggiunge. Il Re della Notte, di tutta risposta, convoca a se tutti i morti presenti a Grande Inverno. Si risvegliano tutti i Dothraki morti, gli Immacolati, i Bruti…e anche i defunti presenti nelle Cripte.

Il Re della Notte, libero di agire, si dirige verso Bran Stark.

Mentre i rifugiati delle Cripte di Grande Inverno cercano di sopravvivere dall’attacco dei non morti (anche grazie alle azioni di Sansa e Tyrion), Jon Snow tenta di raggiungere l’albero Sacro per salvare Bran. Viserion lo blocca.

Daenerys viene disarcionata da Drogon ma viene salvata da Jorah Mormont che perisce nel tentativo di difenderla.

Il tutto sembra volgere al peggio. Tutti i protagonisti principali sono alle strette. Non ci sono possibilità di fuga.

Il Re della Notte uccide Theon e giunge finalmente al cospetto di Bran. È pronto ad ucciderlo.

Proprio mentre sta per estrarre la sua spada, Arya lo raggiunge e lo trafigge con il suo pugnale fatto in acciaio di Valyria.

Il Re della Notte si dissolve così come tutto il suo esercito. I vivi hanno vinto.

Mentre il sole sorge su Grande Inverno, Melisandre, che ha concluso il suo compito, si incammina verso la neve. Rimuove la sua collana magica e muore.


La première dell’ottava stagione de Il Trono di Spade è andata in onda il 14 aprile su HBO. In Italia la prima puntata è stata trasmessa in lingua originale su Sky Atlantic in contemporanea con gli USA nella notte fra il 14 e il 15 aprile. Per scoprire le date e gli orari di tutti gli episodi, leggete la nostra guida alla visione di GoT8.

Nell’ultima e attesissima stagione di Game of Thrones (qui la nostra scheda) tra i tanti personaggi torneranno sicuramente Daenerys (Emilia Clarke), Jon Snow (Kit Harington), Tyrion (Peter Dinklage), Cersei (Lena Headey), Jaimie Lannister (Nikolaj Coster-Waldau), Sansa (Sophie Turner), Arya (Maisie Williams) e Bran (Isaac Hempstead-Wright).

Game of Thrones 8 - Trono di Spade 8 recap 8x03
La sigla dell’ultima stagione di game of thrones

Cosa ne pensate? Chi siederà sul Trono di Spade secondo voi? Fatecelo sapere nei commenti.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti e le curiosità.


Scrivi qui il tuo commento...