Una delle questioni più discusse di Avengers: Endgame è sicuramente quella del destino riservato a Steve Rogers e al suo Captain America, registi e sceneggiatori hanno voluto fare chiarezza.

Il regista Joe Russo ha confermato in un’intervista a Entertainment Weekly che scegliendo di rimanere nel passato, Steve Rogers ha creato una timeline alternativa, tornando poi nella linea temporale principale per consegnare lo scudo di Captain America al suo amico e alleato Sam Wilson:

Tornando indietro nel tempo e vivendo lì, Captain America ha creato una realtà parallela. La questione diventa, quindi: come ha fatto a tornare in questa realtà per donare il suo scudo? È una domanda interessante, vero? Forse c’è una storia, in questa domanda. Questo film ha moltissimi livelli, abbiamo passato tre anni a pensarci, quindi è divertente parlarne e…chissà… riempire quegli spazi per far capire alle persone ciò che stavamo pensando.

L’impressione è che i registi abbiano messo nel film alcuni spunti per poter creare uno spin-off, inoltre i Russo confermano che Bucky, nel salutare Steve, sapesse già che non lo avrebbe rivisto subito dopo come previsto:

Specialmente quando lo saluta. Gli dice: ‘Mi mancherai’. Chiaramente sa qualcosa. Ma come? Il Soldato d’Inverno aveva già incontrato il Vecchio Cap in qualche momento del passato? Sembra che la risposta sia affermativa. Invece Sam non sa nulla. Falcon non ha alcuna idea che esista un Vecchio Cap, per questo Bucky gli dice di andare a parlare con Steve Rogers. Bucky già sa la risposta alle domande che Sam sta per fare.

Sembra che tutto questo sia legato alla serie Disney dedicata a Falcon e Winter Soldier.

GLI SCENEGGIATORI

Sul New York Times anche gli sceneggiatori di Avengers: Endgame, Christopher Markus e Stephen McFeely, hanno parlato di Captain America:

Cap è sempre stato destinato a quel finale felice con Peggy Carter? 

McFeely: “Sin dalle prime stesure sapevamo che avrebbe ballato con lei. Lo ammetto, ho iniziato a perdere la bussola su cosa fosse fan service e cosa fosse giusto per il personaggio. Perché credo sia giusto per il personaggio e poi rappresenta esattamente ciò che il pubblico vuole. È una buona cosa? Non lo so, ma devo dirlo, è davvero soddisfacente. Non ha mai vissuto veramente per soddisfare i suoi doveri. Ecco perché non lo avremmo mai ucciso, perché non si sarebbe trattato di uno sviluppo. Lo sviluppo è poter posare lo scudo perché me lo sono meritato.”

Avengers: Endgame è dal 24 aprile nelle sale italiane! Correte a vederlo! Ci uniamo inoltre al coro dei fratelli Russo nel pregarvi di non spoilerare, neanche nei commenti qui sotto all’articolo!

QUI la nostra recensione NO spoiler

QUI la nostra Scheda Ufficiale

Avengers: Endgame è un film di genere azione, avventura, fantasy, fantascienza del 2019; diretto da Anthony Russo, Joe Russo, con Robert Downey Jr. e Chris Evans. Uscita al cinema: 24 aprile 2019. Durata 182 minuti. Distribuito da Walt Disney PicturesAvengers: Endgame è stato presentato il 22 aprile 2019 a Los Angeles, distribuito in Italia dal 24 aprile 2019 e negli Stati Uniti d’America dal 26 aprile 2019, anche nei formati IMAX e 3D.

Il cast è formato da Robert Downey Jr.: Tony Stark / Iron Man, Chris Evans: Steve Rogers / Capitan America, Mark Ruffalo: Bruce Banner / Hulk, Chris Hemsworth: Thor, Scarlett Johansson: Natasha Romanoff / Vedova Nera, Jeremy Renner: Clint Barton / Ronin; Don Cheadle: James “Rhodey” Rhodes / War Machine, Paul Rudd: Scott Lang / Ant-Man, Brie Larson: Carol Danvers / Capitan Marvel, Karen Gillan: Nebula, Danai Gurira: Okoye, Benedict Wong: Wong, Jon Favreau: Harold “Happy” Hogan; Gwyneth Paltrow: Virginia “Pepper” Potts, Josh Brolin: Thanos, Bradley Cooper: Rocket Raccoon.

Scrivi qui il tuo commento...