In attesa che la beta venga rilasciata anche in USA e Europa, Harry Potter : Wizards Unite della Niantic sta già facendo parlare di sé per via delle microtransazioni

Lo sviluppatore di Pokemon Go, Niantic ha rilasciato la versione Beta di Harry Potter : Wizards Unite in Nuova Zelanda e Australia.

Poiché si tratta di una versione beta, al gioco mancano alcune funzionalità, mentre l’aspetto e il design generali sono soggetti a modifiche. Inoltre, alcune lingue che saranno supportate nella versione finale non sono disponibili ora.
I giocatori che entrano nella beta dovrebbero anche aspettarsi di imbattersi in qualche inconveniente tecnico a causa del suo stato incompiuto. Niantic ha detto che spera che i giocatori comunichino il loro feedback in modo che lo studio possa rendere il gioco migliore per tutti quando è disponibile in tutto il mondo.

Le microtransazioni

Come Pokemon Go e altri titoli free-to-play, Wizards Unite è supportato da microtransazioni. I giocatori possono acquistare “Oro” dalla Banca Gringott nel gioco a più livelli. I pacchetti vanno da 80 Gold ($ 1,5 AUD) a 10.000 Gold ($ 160 AUD). Inoltre, è possibile acquistare Anti-Calamity ($ 8 AUD) e Advanced Anti-Calamity Kit ($ 31 AUD). Questi kit sono dotati di assegnazioni di oro, pozioni, energia magica e chiavi. Al di fuori dei pacchetti, puoi spendere oro su una grande varietà di cose, compresi i rivelatori oscuri (rivela oggetti speciali), le pietre runiche (per le sfide dei maghi), le pozioni di guarigione (ripristina la resistenza) e molto altro ancora.

Harry Potter: Wizards Unite era originariamente programmato per il lancio nel 2018 prima di essere rinviato a quest’anno. Vi ricordiamo che è disponibile sia per device iOS che Android.

Per il momento è tutto. Stay Tuned su NerdPool per tante news quotidiane.

Scrivi qui il tuo commento...