Game of Thrones: Sandor Clegane, Montagna Intervista

L’episodio 8×05 di Game of Thrones (Il Trono di Spade), andato in onda domenica notte, ci ha consegnato diversi momenti epici. Uno di questi ha avuto come protagonista Il Mastino, interpretato da Rory McCann. L’attore, qualche tempo fa, ha avuto modo di dire la sua sull’episodio 8×05 intitolato “The Bells” (qui il nostro riassunto).

Guarda anche il trailer della puntata 8×06, l’ultima, di Game of Thrones

Attenzione, seguono spoiler. Se non volete rovinarvi la sorpresa sulla puntata 8×05 di Game of Thrones 8, non proseguite.


Il Mastino, Sandor Clegane, in Game of Thrones 8x05 (Credits: HBO)
Il Mastino, Sandor Clegane, in Game of Thrones 8×05 (Credits: HBO)


Nel corso dell’episodio 8×05 di Game of Thrones abbiamo assistito all’atteso scontro trai i fratelli Clegane (l’ormai famoso “Cleganebowl“), nel quale Sandor ha affrontato suo fratello Gregor, La Montagna.

Al termine dello scontro, i due muoiono precipitando tra le fiamme che avvolgono la Fortezza Rossa.

Rory McCann, che in Game of Thrones interpreta Il Mastino, ha parlato con Entertainment Weekly, parlando proprio dell’episodio. Ci teniamo a precisare che l’intervista risale ad alcuni mesi fa, le scene dello scontro tra i fratelli Clegane non erano ancora state girate. L’embargo sull’intervista è terminato nelle scorse ore.

Vi lasciamo con un estratto dell’intervista.S

Cosa ne pensi delle sceneggiature del Trono di Spade di quest’anno?

Sono molto buone. Sono molto soddisfatto del modo in cui termina il percorso del Mastino. Amo tutti i finali. Non so come siano riusciti a unire tutto. Non so come sarà il finale dei libri di George R.R. Martin, se sarà lo stesso o meno. Non ho nemmeno guardato molto la serie. Ho visto solo alcuni episodi. Non guardo la televisione. […] Non vedo l’ora di prendere l’intero cofanetto e poi lo guarderò quando avrò l’influenza.

Come è stato partecipare alla lettura delle sceneggiature?

Abbastanza emozionante. Vedi tutte queste morti e tutto accade di fronte a te e vedi le persone arrabbiarsi e infine arrivi alla tua parte. È stato divertente quando è iniziato il Cleganebowl. Ho portato in segreto una tromba con me. Bryan Cogman stava leggendo le indicazioni per la scena e io ho detto “Puoi fermarti prima di pronunciare la mia ultima battuta?” Lo ha fatto e ho tirato fuori questa tromba e ho suonato. Ho avuto delle farfalle nello stomaco per quella lotta.

Non hai ancora girato la scena.

No. Ne sono spaventato.

Qual è la scena che ti ha reso più orgoglioso?

Ho amato il combattimento con Brienne. Ma ho amato anche molte scene di dialogo con Maisie. Sono arrivate al momento giusto, quando ho iniziato a rilassarmi. I primi due anni ero molto nervoso. E poi ho capito il personaggio dopo un paio di anni. A volte mi guardavo nello specchio e dicevo: “f*****o, non c’è motivo di essere spaventati”.

Il punto di forza di questa ultima stagione?

La battaglia di Grande Inverno. Adoro il regista Miguel Sapochnik, riesco davvero a connettermi con lui. […]

La reunion con Maisie Williams

Adesso è cresciuta e sa tutto quello che sta succedendo. È stato bello vederla di nuovo. L’ultima separazione con Arya e il Mastino è adorabile. Lei lo chiama “Sandor” per la prima volta in sette o otto anni. È un bel momento. Anche quando saluta per l’ultima volta con Sansa era adorabile.

Le conseguenze del Cleganebowl

Sono morto. Sarebbe stato bello continuare a vivere e fare un viaggio e fare magari uno spin-off. Ma sono assolutamente felice. Sono stato fortunato ad avere questa storia. […] Sul combattimento, spero di avere abbastanza benzina nel serbatoio per farlo bene. È una lotta enorme. Penso che ci vorranno tre giorni per filmarlo. Mi lancerà ad un certo punto, e sono assolutamente sicuro che zoppicherò per mesi e questo è il motivo per cui le mie ultime riprese sono state dure. È una morte gloriosa. [Nel momento decisivo] Lui ride di me, ed io mi rendo conto che La Montagna non può essere ucciso infilzandolo con un pugnale nell’occhio. Deve essere bruciato. Di tutte le cose che Clegane può fare, dovrà finire nel fuoco. Questo è il suo sacrificio. Ma almeno il suo dolore si è concluso.

Chi è morto nel corso della quinta puntata di Game of Thrones 8? Le scene nel dettaglio.

Questo episodio ha segnato l’ultima apparizioni nella serie per Conleth Hill (Varys), Pilou Asbæk (Euron Greyjoy), Anton Lesser (Qyburn). Rory McCann (Sandor Clegane), Hafþór Júlíus Björnsson (Gregor Clegane), Nikolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister), and Lena Headey (Cersei Lannister).


La première dell’ottava stagione de Il Trono di Spade è andata in onda il 14 aprile su HBO. In Italia la prima puntata è stata trasmessa in lingua originale su Sky Atlantic in contemporanea con gli USA nella notte fra il 14 e il 15 aprile. Per scoprire le date e gli orari di tutti gli episodi, leggete la nostra guida alla visione di GoT8.

Nell’ultima e attesissima stagione di Game of Thrones (qui la nostra scheda) tra i tanti personaggi torneranno sicuramente Daenerys (Emilia Clarke), Jon Snow (Kit Harington), Tyrion (Peter Dinklage), Cersei (Lena Headey), Jaimie Lannister (Nikolaj Coster-Waldau), Sansa (Sophie Turner), Arya (Maisie Williams) e Bran (Isaac Hempstead-Wright).

Game of Thrones 8 - Trono di Spade 8 recap 8x05 - riassunto The Bells
Game of Thrones – Recap puntata 8×05

Cosa ne pensate di questo episodio? Chi siederà sul Trono di Spade secondo voi? Fatecelo sapere nei commenti.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti e le curiosità.

Scrivi qui il tuo commento...