La reazione dei fan alla cancellazione di Swamp Thing è un misto di rabbia e indignazione. Sui social è subito partita la campagna #SaveSwampThing, per convincere Warner a tornare sui propri passi e fare una seconda stagione della serie del DC Universe. Ma quali sono i motivi dietro alla cancellazione? proviamo a fare chiarezza.

#saveswampthing dc universe swamp thing

Le reazioni del web sono state molto forti, se è vero che il pubblico ha visto una sola puntata, questo forte attaccamento evidenzia il fatto della bontà del lavoro fatto fino ad ora dalla piattaforma DC Universe.

I fan delle serie tv sanno anche come muoversi per provare a salvare un prodotto amato, vedi la recente situazione di Lucifer, ma il caso Swamp Thing sembra molto più complesso.

I MOTIVI DELLA CANCELLAZIONE

Le prime indiscrezioni parlavano di divergenze creative o di produzione, in realtà la scelta è stata causata da problemi finanziari con lo stato del North Carolina. Citando come fonte Star News, il giornalista John Gholson ha dichiarato sul suo account twitter, che Warner Bros ha deciso di interrompere la produzione di Swamp Thing a causa di un disguido sulla tassazione del North Carolina, lo stato dove la serie è stata girata. Infatti la major avrebbe speso molto più del previsto e non sarebbe riuscita a mantenere la qualità sui livelli della prima stagione.

Sembra che lo stato avesse promesso una riduzione di imposta di 40 milioni di dollari che, per problemi burocratici, non è più stato in grado di mantenere. Si parla dunque di un budget praticamente raddoppiato, che viene stimato attorno agli 80 milioni.

In questo modo il costo di una possibile seconda stagione si è rivelato così non più sostenibile per la piattaforma. Di certo i dubbi rimangono, anche perchè la cancellazione è avvenuta rapidamente, il che fa sembrare che non siano state vagliate soluzioni alternative. Considerando che anche Doom Patrol, serie terminata due settimane fa, attende di essere rinnovata, ci porta a domandarci se fosse proprio il caso di cancellare la serie dopo una sola puntata trasmessa.

A questa e altre domande, speriamo di avere risposte quanto prima dai diretti interessati. Nel frattempo non ci resta che goderci le prossime nove puntate di Swamp Thing.

Restate con noi per i prossimi aggiornamenti riguardanti il DC Universe.

Considerazioni 1X01 “Pilot”

L’atmosfera horror era uno dei punti in cui la produzione di James Wan puntava di più. Questo aspetto, possiamo dire che è stato largamente e positivamente confermato nel primo episodio. Swamp Thing è partito come ci aspettavamo; con una puntata di un’ora in cui è racchiuso nel miglior modo possibile l’introduzione alle trame che sono state ideate per questa prima stagione.

L’interpretazione di Crystal Reed nei panni di Abby Arcane è molto convincente. L’attrice, che abbiamo già visto in Gotham, sembra davvero a suo agio in queste atmosfere.

Siamo molto curiosi di vedere il ruolo di altri personaggi del cast, tra cui Madame Xanadu, vista solo brevemente in questo pilot.

In attesa del prossimo episodio di venerdì 7 giugno, possiamo promuovere ampiamente il debutto di Swamp Thing .

Vi diamo appuntamento a settimana prossima qui su NerdPool.it per il recap dell’1×02 “Worlds Apart”.

Scrivi qui il tuo commento...