FIFA 20: prima occhiata al nuovo simulatore di EA Sports

Prima tornata di informazioni su FIFA 20

Fifa 20 Wallpaper

Sono notizie degli ultimi giorni, delle ultime ore, quelle che ruotano intorno a FIFA 20, il nuovo simulatore EA Sports, che verrà ufficialmente svelato l’8 giugno. Curiosamente rispetto al solito, la stessa EA ha voluto anticipare sul proprio blog svariate features che saranno al centro del prossimo simulatore calcistico.

Palla contesa, palla alla difesa

Come ogni anno, riparte sonora la querelle sulla difesa, vera croce e delizia per tutti gli sviluppatori di videogiochi pallonari. Andiamo a vedere su cosa si sono messi al lavoro quei mattacchioni di EA Sports.

  • Controllo manuale dei difensori: per chi controllerà direttamente i difensori, ci sarà un rinnovato sistema di marcatura singola e posizionamento in base agli avversari.
  • Contrasti pianificati: i difensori volti a contrastare un attaccante, cercheranno il momento migliore per farlo, ove la propria squadra è in condizioni più favorevoli.
  • Marcatura e contenimento: ridotta l’efficacia del contenimento e del raddoppio di marcatura, così da rendere più realistico il difensore controllato dall’IA. Quest’ultimo risulterà meno reattivo e più distante di quello controllato manualmente.
  • Sistema difensivo rinnovato: più in generale, tutta la difesa godrà di un rinnovamento, con la difesa manuale che – come abbiamo appena descritto – sarà il vero fulcro.
Cover FIFA 20 Neymar
La cover “leaked” di FIFA 20, comparsa su Twitter poche ore fa.

Fatti un tiro, baby

Abbiamo capito che FIFA 20 vuol darci qualche grattacapo in più col sistema difensivo, ma parlando del comparto offensivo? Naturalmente sono previste evoluzioni importanti anche lì, e andiamo a vederli in modo più approfondito.

  • Timed Finishing, o Finalizzazione a tempo: introdotta lo scorso anno, la finalizzazione a tempo subirà una variazione nel timing. Se in FIFA 19 il lasso di tempo era da 2 a 4 frame, in FIFA 20 sarà massimo 2 frame. Insomma, dovremo essere molto più bravi. La ricompensa, però, sarà di ottenere un tiro decisamente più efficace di un canonico tiro normale, in caso di tempismo perfetto.
  • Tiri al volo e Cross al volo: considerando la reale difficoltà di cross e tiri al volo, EA ha deciso di incrementare le variabili nelle medesime situazioni, dando origine a risultati meno “precisi” e più imprevedibili.
  • Skill in sequenza: quante volte avete pescato – online, perlopiù – il canonico ragazzino asiatico? Quello che effettua 45 skills in sequenza dribblando anche vostra sorella sugli spalti e facendo goal all’incrocio, esatto. In FIFA 20 questo sarà molto più complicato. Simulando la realtà, infatti, eseguire skills in sequenza andrà ad intaccare la sensazione di equilibrio del giocatore, rendendolo meno preciso e quindi più incline all’errore, man mano.
  • Tiri 1Vs1: analizzando la reale complessità per i portieri di affrontare queste situazioni, ci sarà una maggior probabilità di segnare in situazioni di 1 contro 1. Le reazioni degli estremi difensori, quindi, risulteranno essere meno “da robot” e più da umani.
FIFA 20 Facebook FIFA Ultimate Team
La nuova foto della pagina Facebook ufficiale di FIFA Ultimate Team.

Conclusioni (al volo)

Al momento vi abbiamo riportato grosso modo ciò che EA Sports ha voluto darci in pasto tramite il proprio blog, ma tra pochi giorni (l’8 giugno, alla conferenza EA Play dell’E3 di Los Angeles) ci sarà il reveal ufficiale.

Ci aspettiamo altre novità dal titolo calcistico più famoso di sempre, considerando che non è stato svelato niente della modalità “Il Viaggio” (ricordate l’epopea della famiglia Hunter?). Ah, e nemmeno di FIFA Ultimate Team, o della modalità Carriera che si vocifera rinnovata di tutto punto. Insomma, c’è ancora una marea di roba da scoprire su FIFA 20.

Continua a seguire NerdPool.it, o non riuscirai ad evitare le pallonate.

Scrivi qui il tuo commento...