huawei Mate x

Huawei Mate X , il primo smartphone pieghevole con connettività 5G dell’azienda cinese non vedrà la luce quest’estate come annunciato.

Huawei ha infatti deciso di rimandare a settembre il lancio di Mate X. Dopo i problemi di Samsung con il suo Galaxy Fold di cui non si hanno più notizie, anche i cinesi prendono tempo posticipando la data di uscita del loro smartphone pieghevole.

L’azienda ha dichiarato che tale decisione è stata dettata dalla volontà di verificare che il dispositivo funzioni alla perfezione prima del lancio definitivo sul mercato.

Huawei Mate x

Durante questo periodo Mate X verrà testasto ulteriormente per migliorare il display. Ricordiamo che, inizialmente, il prodotto sarebbe dovuto uscire tra giugno e luglio al prezzo di 2600 dollari.

Dalla Cina dichiarano che l’obbiettivo è evitare qualsiasi tipo di intoppo che possa rovinare l’immagine della compagnia.

Mate X è dotato di chip prodotti in casa e questo eviterebbe tensioni con i produttori statunitensi. Il pieghevole uscirà quasi sicuramente con sistema operativo Android installato. Il bando americano nei confronti di Huawei, infatti, è congelato fino al 19 agosto. Inoltre il prodotto è stato presentato prima della ghigliottina imposta dal presidente USA Trump al gruppo cinese.

In caso di mancato accordo, dalla Cina fanno sapere che un nuovo sistema operativo adhoc sarà pronto entro sei-nove mesi.

Oltre che per la prima fase del 5G, il telefono è pronto anche per la seconda fase della nuova connettività, che porterà la connessione verso nuovi orizzonti di velocità.

In attesa dell’uscita di Huawei Mate X, restate con NerdPool.it per nuove news dal mondo tech.

Scrivi qui il tuo commento...