IN EVIDENZA

One Piece, rivelati i Devil Fruits di Robin e Chopper

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

One Piece è attivo da 20 anni, ed è comunque sorprendente come Eiichiro Oda abbia creato un intero mondo. Isola dopo isola abbiamo avuto sempre più informazioni riguardanti molti aspetti di One Piece. Ma la serie continua a mantenere segreti aspetti importanti. I Devil Fruits sono una componente importante del manga di One Piece. E finalmente scopriamo quali sono i frutti mangiati da 2 membri della ciurma di Cappello di Paglia.

Fino ad oggi i Devil Fruits di Nico Robin e Chopper sono rimasti un segreto. Ieri su reddit abbiamo scoperto ufficialmente che il frutto di Nico Robin è il Hana Hana no Mi. Mentre quello di Chopper è il Hito Hito no Mi di Chopper.

I poteri derivanti dai Devil Fruit sono infiniti, e nella serie ne abbiamo visti tantissimi. Ma pochi hanno effettivamente rivelato i loro disegni. Non si sa molto sull’origine di questi frutti, ma è chiaro che ognuno ha il suo aspetto e le sue capacità uniche. Il frutto Flower-Flower di Robin riflette effettivamente il suo nome in quanto è una forma di loto in fiore.

Il frutto Human-Human di Chopper non rivela il suo potere, cioè quello di donare intelligenza umana e le capacità di comprensione. Sembra un fungo stereotipato. Ma in questo caso, spiega perché Chopper l’abbia mangiato senza pensarci due volte, visto che stava morendo di fame.

Sinossi

One Piece di Eiichiro Oda ha iniziato la serializzazione su Weekly Shonen Jump di Shueisha nel 1997. Da allora è raccolto in oltre 90 volumi, ed è stato un successo commerciale e critico in tutto il mondo con molti dei volumi che rompono i record di stampa in Giappone. Il manga ha persino un Guinness World Record per il maggior numero di copie pubblicate per lo stesso fumetto da un singolo autore ed è la serie manga più venduta al mondo con oltre 430 milioni di copie vendute.

FONTE:ComicBook

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...