FIFA Dynamic Difficulty Adjustment Momentum

Chi siamo? Da dove veniamo? Ma soprattutto, esiste il Momentum in FIFA? Questa è una delle domande che attanaglia sempre di più gli utenti di tutto il mondo. Eppure, EA ha voluto fare chiarezza in merito al Dynamic Difficulty Adjustment

Chi non ha mai perso almeno una volta 1-0 nonostante i 36 tiri nello specchio mentre l’IA al primo tiro insacca la palla in rete? Oppure a quanti di voi hanno cercato il gol del pareggio senza però riuscirci a causa dei tiri che finivano sistematicamente sui legni della porta? Chiunque abbia giocato a FIFA non sporadicamente si è visto beffare troppo spesso dal gioco in partite che spesso diventavano decisive. Tanto da far pensare che ci fosse qualche script all’interno del gioco, detto “Momentum”, che ricalibrasse le probabilità di vittoria del giocatore in base all’andamento della partita o della stagione.

Sospetti che sono aumentati nel momento in cui EA ha rilasciato il brevetto del Dynamic Difficulty Adjustment. Si legge infatti come questa tecnologia cambi la difficoltà del gioco in base alle capacità del giocatore. “Beccati!”, direte voi. Invece, EA ha voluto fare chiarezza in merito con alcune dichiarazioni ufficiali:
“Sappiamo che siete venuti a conoscenza del nostro brevetto per il Dynamic Difficulty Adjustment ma possiamo confermare che la tecnologia non è stata usata negli episodi di EA SPORTS FIFA. Non vogliano avvantaggiare nessun gruppo di giocatore a discapito di altri. L’idea è rendere i giochi un po’ più semplici in alcuni punti per favorire i giocatori che hanno difficoltà in modo tale da dare loro un vantaggio e farli proseguire”.

Insomma, niente tiri radiocomandati sul palo o super portieri, anche se crediamo che l’idea che il Momentum in FIFA esista molti giocatori non se la toglieranno mai dalla testa.

E voi cosa ne pensate del Dynamic Difficulty Adjustment di EA? Secondo voi il Momentum esiste? Fatecelo sapere nei commenti e seguiteci su NerdPool.it!

Scrivi qui il tuo commento...