Abbiamo visto Spider-Man: Far From Home in anteprima e possiamo dirvi in tre parole che è divertente, sfacciato, ma soprattutto sorprendente! Ecco la nostra recensione NO SPOILER:

Endgame e Tony Stark

Essendo il primo film del Marvel Cinematic Universe dopo Avengers: Endgame, non si può non cominciare questa recensione senza parlare dei numerevoli e inevitabili agganci alla pellicola dei fratelli Russo.

Il film di Jon Watts risponderà ad alcune domande che tutti ci siamo fatti dopo Endgame, ma vi assicuriamo che al termine della pellicola resterete sorpresi di quante altre questioni irrisolte spalancheranno la strada alla fase 4.

Il tributo a Tony Stark e al suo Iron Man sono il fulcro del film e della trama, che senza la sua presenza perderebbe di logica. Tony in realtà vive ancora e probabilmente lo farà in molti dei prossimi film che vedremo. Il suo ricordo viene portato in ogni modo: malinconico, emozionante, divertente, drammatico e anche sorprendente. Spider-Man è agli occhi del mondo e della stampa, colui che dovrà raccogliere l’eredità di Iron Man, ma ne sarà in grado?

spider-man: far from home recensione

Spider-Man: Far From Home

Rispetto ad Homecoming, questo sequel è una vera e propria avventura con effetti speciali che coinvolgono lo spettatore, così come i “problemi di cuore” di Peter e degli altri protagonisti del film, tra cui l’insospettabile Happy.

La morte di Tony ha fatto perdere sicurezza al giovane Spider-Man. Peter vorrebbe solamente prendersi una pausa e rivelare il suo amore ad MJ, durante la loro gita scolastica in Europa. I suoi piani però saranno messi a dura prova dai suoi nuovi nemici provenienti da altri mondi.

Jon Watts riesce a inserire in un solo film azione, divertimento, suspense, dramma, commedia e colpi di scena tutt’altro che scontati. Il trailer e le clip ci avevano mostrato come MJ sapesse già il segreto di Peter, ma gustandosi la pellicola si possono apprezzare le dinamiche che hanno portato a quel momento e le loro conseguenze.

Ned rimane una spalla perfetta per il nostro Peter, con battute e atteggiamenti che superano anche il primo film. Il resto della classe è un contorno piacevole, così come i professori che li accompagnano e che strappano numerosi sorrisi.

Il rapporto tra MJ e Peter è probabilmente una delle cose più scontate del film. Il finale di Homecoming aveva preannunciato che tra i due sarebbe successo qualcosa, quindi spoilerarlo nei trailer non si è poi comunque rivelato controproducente.

spider-man: far from home recensione

Nick Fury e Mysterio

Il ritorno di Nick Fury è un vero piacere, ma in lui c’è qualcosa di diverso. Come Peter, Fury sembra aver perso sicurezza e non può fare a meno di Maria Hill come sua spalla. Inoltre fatica a imporre le sue decisioni come il Fury pre-Snap ci aveva abituato.

Jake Gyllenhaal è straordinario, il suo Mysterio è davvero ottimo, come l’interpretazione dell’attore. Il dramma che si porta dietro questo personaggio arrivato da Terra-833, porterà Peter e la squadra di Fury a vivere ore terribili che Spider-Man si sarebbe volentieri risparmiato. Per quanto possibile, si può dire che questo Mysterio resta molto fedele alla sua controparte fumettistica.

spider-man: far from home recensione

Considerazioni

Per quanto sia difficile tornare alla normalità dopo un film come Avengers: Endgame, Spider-Man: Far From Home riesce nell’impresa. Nei giorni scorsi sono arrivate recensioni e commenti trionfali dagli Stati Uniti, qualcuno lo reputa addirittura il miglior film su Spider-Man. Certamente è un ottimo film, che non si fà mancare praticamente nulla e che ci regala quel Peter Parker tanto amato anche nei fumetti. Il personaggio di Spider-Man ha vissuto in tre diversi universi cinematografici, ognuno con il il suo stile e paragonarli sarebbe come fare un torto agli altri. Possiamo quindi sbilanciarci dicendo che se Homecoming vi è piaciuto, Far From Home vi lascerà a bocca aperta.

Questo film sembra essere il perfetto ponte tra la fase tre e la fase quattro, e chissà che davvero non ci voglia far capire quanto Spider-Man sarà l’erede di Iron Man per i Marvel Studios. Per quanto riguarda l’importanza del personaggio potrebbe essere la scelta più logica e Tom Holland è pronto a prendere lo scettro di Robert Downey Jr.

Le scene dopo i titoli di coda

Come detto non vi faremo spoiler, ma se volete sapere cosa accade nelle scene dopo i titoli di coda cliccate QUI. Quello che dobbiamo assolutamente dirvi è di NON LASCIARE LA SALA fino al termine della seconda scena post-credits. Se la prima vi sconvolgerà, la seconda vi lascerà stupiti e vi farà frullare nella testa alcune domande su un personaggio amato e fondamentale di questo universo. Tra le scene dopo i titoli di coda della Marvel, queste sono sicuramente tra le più importanti e significative per il futuro di Spider-Man e non solo.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti e le curiosità.

Scrivi qui il tuo commento...