L’obiettivo che Infinity Ward si impone con Call of Duty: Modern Warfare è semplice: riportare la serie ai fasti di un tempo. Un ritorno alle origini, dunque, ecco cosa Modern Warfare dovrà rappresentare.

Se da un lato la componente single-player promette di tornare in grande stile, offrendo una campagna solida e matura, dall’altra il multiplayer introdurrà novità assolute al’interno della serie. Una di queste novità è rappresentata dall’inedita Gunfight, una modalità multiplayer PvP 2v2 estremamente veloce ed adrenalinica. Gunfight vede due squadre da due giocatori affrontarsi in mappe piuttosto ristrette con armi assegnate in maniera casuale.

Gunfight: la nuova modalità PvP 2v2 di Call of Duty: Modern Warfare

Un round di Gunfight dura pochissimo, soltanto 40 secondi. Questo, considerando le piccole dimensioni della mappa e la poca salute dei personaggi, fa sì che un round si risolva in pochi istanti. Se nessuno viene ucciso entro questo periodo di tempo, verrà generata una bandiera al centro dell’area e si darà il via a dei tempi supplementari da 10 secondi ciascuno. Difendendo la bandiera per 3 secondi si otterrà 1 punto e la prima squadra a segnare sei punti vince la partita. Se i tempi supplementari scadono senza che nessuna squadra vinca, il duo che ha la salute più alta vince, e nel caso in cui la salute sia la stessa, il round si risolve in parità.

Altra peculiarità di Gunfight è rappresentata dal fatto che ogni round inizia con un set di armi casuale, identico per tutti e quattro i giocatori. In un turno tutti potrebbero avere un fucile da cecchino e un fucile a pompa, quello dopo tutti potrebbero avere lanciagranate e molotov, e via dicendo. Infinity Ward ha confermato finora tre mappe per Gunfight: King, ambientato in un magazzino; Pine, una fitta foresta con poche strutture artificiali; e Stack, un deposito di container ambientato in un deserto.

Ricordiamo che Call of Duty: Modern Warfare uscirà il 25 ottobre per PlayStation 4, PC Windows e Xbox One.

Continuate a seguirci su Nerdpool.it per non perdervi i prossimi aggiornamenti.

Scrivi qui il tuo commento...