Una delegazione americana ha preso contatti con il vertice del Gruppo Panini per capire a fondo l’azienda che dal 1954 e’ sinonimo di figurine dei calciatori in tutto il mondo, stampa le strisce di Topolino e dei fumetti Marvel. Obiettivo: valutare un’offerta di acquisto per rilevare il pacchetto azionario dall’italo-argentino Aldo Hugo Sallustro, attuale amministratore delegato, e dalla famiglia bolognese Baroni.

Lo riporta la Gazzetta di Modena, secondo cui i buyer americani vogliono mettere sul tavolo un’offerta importante. Ricordiamoci che nel “pacchetto Panini” non ci sono solo le figurine. Questa acquisizione comporterebbe anche tutta la divisione dedicata ai fumetti, punto cardine in Italia per tutti gli appassionati, non solo Marvel.

Panini

La valutazione dell’impero delle figurine e’ di un miliardo di euro. L’ad Sallustro – socio di riferimento del gruppo (entrato in Panini nel 1992) – vuole comunque mantenere il cuore del sistema produttivo a Modena. Un’opzione che, forse, i cinesi che si erano fatti avanti mesi fa non garantivano.

L’ultimo bilancio, che l’anno scorso coincideva con i Mondiali in Russia, e’ particolarmente atteso e, riferisce il quotidiano, non dovrebbe essere molto lontano dal registrare 700-750 milioni di euro. Si calcola che la Panini diffonda 5 miliardi di figurine all’anno; in Italia produce una trentina di collezioni, che diventano 400 nel resto del mondo.

Scrivi qui il tuo commento...