Zombieland 2: Double Tap, ecco il primo trailer!

A dieci anni di distanza dall’uscita del primo capitolo, arriva il tanto atteso sequel Zombieland: Double Tap.

Zombieland 2: Double Tap, diretto da Ruben Fleischer, riunirà le quattro stelle del film originale del 2009: Emma Stone, Woody Harrelson, Jesse Eisenberg  e Abigail Breslin. Sony ha pubblicato, pochi minuti fa, il primo trailer.

Come di consueto, trovate il trailer in lingua originale in copertina. Aggiorneremo l’articolo appena verrà rilasciato il trailer in italiano.

La trama

Dieci anni dopo gli eventi narrati in Benvenuti a Zombieland, Columbus – insieme a Tallahassee, Wichita e Little Rock – si è trasferito all’interno della Casa Bianca, dove ha situato la propria “base operativa”. In seguito a un litigio tra lui e Wichita, Little Rock tuttavia abbandona il gruppo e fugge con un ragazzo conosciuto da poco, Berkeley; Columbus, Tallahassee e Wichita si mettono così alla ricerca della ragazza. Nel frattempo, gli zombie si sono però evoluti, tanto da dividersi in tre differenti categorie: Homer, Hawking e Ninja, l’ultima delle quali estremamente letale.

Negli Stati Uniti, la pellicola sarà distribuita da Sony Pictures a partire dal 18 ottobre 2019; in Italia Zombieland: Double Tap sarà distribuito a partire dal 14 novembre.

Zombieland 2: Double Tap, ecco il primo trailer!

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti e le curiosità.

3 Commenti

  1. Ciao Angelo Lupo, sono il ragazzo che ha scritto l’articolo su Wikipedia. Ti ringrazio per aver copiato proprio da là sia la “Trama” che la “Distribuzione”, senza neppure cambiare le virgole. Sapere che quello che uno ha scritto viene apprezzato ed è utile fa sempre molto piacere, ma visto che qua la firma ce la metti tu… almeno impegnati un po’, dai! Ciao, e buon “meno copiativo futuro”… ?

    • Ciao DoppiaEffe, mi dispiace per i toni polemici del tuo commento. Se ti andasse di leggere qualche mia news vedresti che normalmente cito fonti e risorse grazie alle quali produco i pezzi. Purtroppo per la fretta ho dimenticato di citare Wikipedia questa volta. Come hai detto, visto che io ci metto il nome, sicuramente non è mia intenzione copiare e non citare. Detto questo, se non hai niente in contrario, lascerei la trama citando la pagina di wiki

  2. Ecco lo svantaggio di scrivere al computer… in realtà più che polemici i toni volevano essere ironici (perché, almeno io, mi sono fatto due risate quando leggevo). Come ti ho già detto, vedere che le cose che avevo scritto vengano riprese mi fa davvero tanto piacere, e non metto affatto in dubbio la tua professionalità e il tuo impegno. D’accordissimo sul fatto che in questo caso basti accreditare la fonte, e in ogni caso buona fortuna per tutto: lavoro, vita e chi più ne ha più ne metta…

Scrivi qui il tuo commento...