Con il Capitolo 237 di My Hero Academia si dovrebbe terminare l’excursus sul passato di Shigaraki.

Il piccolo Tenko è scappato di casa, anche se ormai una casa e una famiglia non ce l’ha. Tutti sembrano ignorarlo, eppure è una città piena di eroi. Perché nessuno viene a salvarlo?
Nessuno lo ascolta, nessuno lo aiuta. Il prurito è tornato, di nuovo.

One For All

Non sappiamo bene come ma One for All e il Dottore hanno trovato Tenko. Il bambino ora non solo non ricorda cosa è successo ma scopre anche che il prurito è un sintomo del suo Quirk. Il suo Quirk è molto potente e difficile da controllare, qui più Tenko cerca di frenare i suoi impulsi più aumenta il prurito.

È One for All che gli dice di lasciar andare i suoi impulsi, se prova dei sentimenti malvagi non deve trattenersi.

La famiglia addosso

One for All “dona” a Tenko le mani dei suoi famigliari, in questo modo quei sentimenti di odio non svaniranno. Come non svaniranno i suoi ricordi, li ha solo messi da parte.

Il piano di One for All è semplice: crescere il bambino e farlo diventare un simbolo del terrore. È lo stesso One for All a dargli un nuovo nome, Tomura Shigaraki.

Tomura, dal verbo Tomurau, che significa compiangere.
Shigaraki è il cognome di One for All.

#glieroidovesono

Allora, le mani che Shigaraki porta addosso sono: mamma, nonna, nonno, sorella e probabilmente papà. Quindi di chi sono le altre 5 mani che ha ricevuto successivamente?

Capitolo 237 avvincente quanto i precedenti. Con questo si conclude il passato di shigaraki, siamo tornati al presente. Gigantomachia è inarrestabile e adesso che ricorda tutto anche Tomura lo è non ha più vincoli. Le mani della sua famiglia non servono più.

Se vi foste persi i capitoli precedenti, qui ci sono:il Capitolo 235, Capitolo 234, Capitolo 233,Capitolo 232. Cosa ne pensate del capitolo 236? Continuane a seguire NerdPool per news molto altro!

Scrivi qui il tuo commento...