IN EVIDENZA

The Handmaid’s Tale 3×09 “Heroic” – RECENSIONE [SPOILER]

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
207FollowerSegui

"Heroic" scopriamo cosa è avvenuto nella 3x09 di The Handmaid's Tale

La terza stagione di “The Handmaid’s Tale” ha fatto il suo debutto su Hulu il 5 Giugno scorso. Il 17 Luglio, sempre su Hulu, è andata in onda la puntata 3×09 “Heroic”, in italia disponibile dall’18 Luglio su Tim vision.

The handmaid's tale puntata 3x09 Heroic recap e recensione

They say in Heaven, love comes first

“Heaven is a place on earth” di Belinda Carlisle fa da sfondo alla 3×09 di The Handmaid’s Tale. La puntata gira tutta intorno a June ed è incentrata all’interno dell’ospedale, dove la nostra “eroica” protagonista sta perdendo la testa.

La puntata si apre con sorpresa, e una “non morta” OfMatthew, o almeno il suo corpo e il bambino resistono ancora. Rimarrà lì fino a quando il bambino non nascerà e così anche June, costretta a restare inginocchiata ai piedi del letto. Questa è la punizione che zia Lydia le ha riservato per la sua disobbedienza. Sono passati 32 giorni da quando le due ancelle sono li e nella nostra protagonista i segni di cedimento, già visti nelle puntate precedenti, cominciano a farsi sempre più chiari.

Tutti vengono a pregare per il bambino di OfMatthew, dalle mogli nei loro graziosi vestiti azzurri, alle ancelle. In una di queste occasioni vedremo quanto l’occhio di Janine sia stato ancora più gravemente danneggiato dopo quanto accaduto da pani e pesci, e la povera ragazza verrà anche sgridata da zia Lydia per la propria vanità (io questa donna davvero non la sopporto più!!). Ma, a parte queste rare visite e quelle dei dottori June è in totale isolamento e comincia a vacillare.

Una notte June tenta, scarsamente di alzarsi in piedi, anche se le sue ginocchia non la reggono più molto, e si avvicina al letto di OfMatthew e stringe il tubo dell’ancella impedendole di respirare, fino a quando l’allarme non suona e la ragazza tornerà il più in fretta possibile ad inginocchiarsi sul cuscino primo che arrivino gli infermieri.

June in ospedale con Natalie

Il collasso

Durante un’altra visita di zia Lydia e delle ancelle, OfMatthew comincia ad avere le convulsioni e, mentre tutti pregano perchè si stabilizzi June prega perchè muoia.
Alla fine di tutto prima di andar via, June chiede a zia Lydia di poter finalmente tornare a casa, le dice di non sentirsi bene, ma zia Lydia non glielo permetterà, resterà lì fino a quando dovrà restare anche la sua compagna.

Più tardi June raccoglierà un bisturi dalla scatola degli oggetti taglienti e si avvicina al letto di OfMatthew, e proprio allora Janine entra nella stanza. Janine di confessa di aver pregato per la guarigione dell’ancella, nonostante il suo coinvolgimento nella questione di Hannah e nonostante le abbia fatto del male lei la perdona. June vede in questo un’opportunità e dice a Janine che un modo per aiutarla c’è. June mostra il bisturi a Janine che però si oppone fermamente: “Quando sei diventata così egoista? Gira sempre tutto intorno a te adesso, ai tuoi problemi. Sei diversa” (finalmente qualcuno ha detto quello che tutti stavamo pensando).

Il bisturi

Furia omicida

Il giorno dopo June è ancora piena di rabbia quando arrivano i Calhoun a visitare l’ancella malata. Nell’ospedale passano anche delle ragazzine vestite di rosa e il dottore rassicura i coniugi dicendo che non sono malate sono li per degli esami in quanto sono pronte a diventare mamme. E June guardandole pensa che tra poco, arriverà anche il turno di Hannah, poi torna a chiedersi chi tra tutti quanti sarebbe stato meglio uccidere.

La risposta arriva da sola quando Serena entra nella stanza. Quando tutti lasciano la stanza June chiede se le può parlare un attimo, da sole, e le chiede di avvicinarsi perchè le deve dire un segreto. June cerca di alzarsi in piedi e Serena la aiuta capendo subito che la donna non sta bene, ma June cerca di colpirla con il bisturi e le taglia un braccio. Serena, scioccata toglie l’oggetto di mano all’ancella ma nel farlo le ferisce la mano, Serena è sconvolta e prima di andare a chiamare il medico le dice “Pensavo fossi una delle più forti” e poi si allontana.

Serena si avvicina al dottore e mentendogli gli dice che June si è tagliata. Il dottore come se niente fosse prende il bisturi dalle mani dell’ancella e lo butta nella scatola poi le medica la mano. June si apre un pò con lui, che si rivela essere una brava persone, e soprattutto conosceva anche la madre di June. Lei alla fine gli rivela che se avesse potuto avrebbe ucciso Serena, ma lui interpreta questo pensiero come un pensiero suicida, in quanto lei sa benissimo che con un azione del genere a Gilead sarebbe morta.

June e serena

La ripresa

Una notte mentre June è nel suo letto gli allarmi suonano, Natalie (OfMatthew) sta avendo un emorragia, i medici le praticano un cesareo di emergenza e alla fine il bambino viene al mondo.

Il giorno dopo mentre June si prepara a lasciare l’ospedale incontra una delle bambine vestite di rosa che le dice che lei desidera sposarsi e avere dei bambini, questo è il suo sogno. In June scatta qualcosa e chiede a zia Lydia se può restare ancora un pò con Natalie, alla quale hanno ormai tolto tutti i supporti vitali, ovviamente ora ha fatto il suo dovere.

Così June si siede vicino alla ragazza morente e le chiede scusa e le promette che il suo bambino non resterà li, che lei lo porterà via, che farà sapere a Gilead come ci si sente quando ti strappano via i figli dalle mani, June sembra essere tornata la stessa donna combattiva di prima. E proprio mentre canta “Heaven is a place on earth” il cuore di Natalie smette di battere.

la ripresa

The Handmaid’s Tale 3×09 “Heroic” – Considerazioni

Finalmente sta tornando un pò di spirito del vecchio The Handmaid’s Tale, le punizioni crudeli e anche i segni della pazzia a cui le persecuzioni di Gilead possono portare.

Pazzia che può colpire anche i più forti, come la nostra Juna, ma alla fine ce l’abbiamo fatta ed è tornata. Ovviamente, tutta la strada di autodistruzione intrapresa dalla protagonista nelle scorse puntate doveva portare esattamente a questo punto. Bello, una puntata che ha significato, il problema è che tutto questo l’abbiamo già visto.

Nella seconda stagione June ha avuto un crollo emotivo, non così marcato, dal quale poi si è ripresa, in una sorta di epifania, si è come risvegliata anche in questo caso dalla follia e dalla sua furia direi, omicida. Prontamente salvata da un dottore “buono”, da Janine (che ovviamente è libera di girare per l’ospedale come meglio crede) e da Serena, che secondo gli ultimi sviluppi si stava però, trasferendo a Washington.

La puntata è buona in quanto localizzata tutta in un unica stanza, luci soffuse, atmosfera claustrofobica. Sbalzi temporali che servono a non far capire allo spettatore quale sia la realtà e quale la follia che esce dalla mente di June. E per concludere, un ottima recitazione della nostra protagonista.

Un’ultima osservazione: i fatti accaduti durante “Heroic” sono durati un lasso di tempo considerevole, e da tempo non abbiamo notizie del Canada… che cosa sarà successo?

E voi avete visto la 3×09 di The Handmaid’s Tale?
Cosa ne pensate?
Fatecelo sapere nei commenti 

Leggi qui: The Handmaid’s Tale 3×08 “Unfit” – RECENSIONE [SPOILER]

Se vuoi restare sempre aggiornato sul mondo delle Serie Tv – clicca qui

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
207FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI