The handmaid's tale 3x10 bear witness recensione

La terza stagione di “The Handmaid’s Tale” ha fatto il suo debutto su Hulu il 5 Giugno scorso. Il 31 Luglio, sempre su Hulu, è andata in onda la puntata 3×10 “Bear Witness”, in italia disponibile dall’1 Agosto su Tim vision.

The handmaid's tale puntata 3x10 Bear Witness recap e recensione

No

La 3×10 di The Handmaid’s Tale comincia con June che torna a casa, dopo l’ospedale. Rientra insieme a zia Lydia che le dice che ora può riposare ma June le risponde che non vuole riposare mai più.
Quando entrano zia Lydia fa presente all’ancella che sono tornate appena in tempo per la cerimonia del mese. Scommetto che non vedeva l’ora…

In cucina Beth è circondata da focaccine e dice a June che le focaccine significano “no”. Ciò vuol dire che le Martha non le appoggeranno. Aggiunge anche che non saranno più in grado di trovare le medicine per la signora Lawrence che sta peggiorando. June sembra non ascoltare e le chiede se c’è qualcuno che può aiutarla a spostare i bambini fuori da quell’inferno. La Martha la avverte: “Ti farai uccidere”. A June però questo non sembra importare.

Al piano di sopra Eleanor discute con suo marito e lo caccia in modo brusco. Il comandante si rifugia nel suo studio e viene subito raggiunto da June che gli propone di diventare parte del suo piano. In questo modo potrebbe anche portare fuori da Gilead sua moglie per darle le cure di cui ha bisogno.

The handmaid's tale puntata 3x10 Bear Witness recap e recensione

Paura

La paura può aiutare ma può anche far sì che gente coraggiosa si nasconda. June chiede infatti anche l’aiuto di Alma durante la spesa a Pani e Pesci ma l’ancella si rifiuta. Subito dopo suona la campanella per un’altra ispezione.

Zia Lydia raduna le ancelle e le prepara per degli ospiti speciali che altri non sono che il comandante Waterford, Serena e l’alto comandante Winslow. Fred va subito da June appena la vede e scherza con il comandante suggerendo un trasferimento a Washington ma June gli risponde che non sarebbe una buona idea: sua moglie è lì. Dopodichè il comandante Winslow si trova infastidito dalla benda che Janine porta all’occhio, in quanto non regolamentata, e dal fatto che le ancelle non indossano i veli davanti alla bocca come a DC.

fred e il comandante winslow durante l'ispezione della 3x10

Inizia la caccia

Quando June torna a casa il comandante Lawrence è fuori e Beth la avverte che ora va alle riunioni. Così l’ancella entra indisturbata nel suo studio cercando in tutti gli archivi quando viene interrotta da Eleanor.

June confessa alla donna che sta cercando i figli delle altre persone ed Eleanor capisce che sta cercando i figli delle altre ancelle e la accompagna nel seminterrato dove il comandante tiene tutti i fascicoli. Mentre sono lì la situazione sembra divertire la signora Eleanor che si comporta come se fossero due amiche che fanno shopping, ma lei non è stupida e dice a June che per il comandante non sarà facile uscire dal paese in quanto è un criminale di guerra e verrebbe di certo arrestato.

Poi la donna si distrae e, mentre cerca tra le carte, June scopre che il primo figlio di Janine, Caleb, è morto in un incidente d’auto. Inoltre si rende conto che sono passati già 5 anni da quando lei e le altre ragazze sono state ridotte a quella condizione.

eleanor durante Bear Witness

La cerimonia

Se pensavate che “La cerimonia” non potesse essere più brutale di quanto non sia già, questa puntata di The Handmaid’s tale ci conferma che non è così.

Fred convince il comandante Winslow che Gilead deve dare l’esempio e dovrà farlo il comandante di June in quanto ha avuto già 4 ancelle e niente figli e se non è capace di sostenere la sua famiglia, come potrà sostenere il paese? La proposta di Fred, che vuole solo ottenere più potere cacciando Lawrence, sciocca persino sua moglie.

June è sorpresa quando Beth la chiama e le dice di essere convocata nel salotto con Winslow e i Waterford. Viene detto che era un’usanza comune nei primi mesi Gilead quando molte famiglie ancora resistevano ai nuovi usi della nazione. Così, dopo aver letto alcuni passi della bibbia, Lawrence, Eleanor e June salgono al piano di sopra.

Trattalo come un lavoro…

Lui è convinto di poter aspettare lì tranquillo per circa 20 minuti e poi riscendere ma June lo ferma perchè sa che appena scesi, il medico che è venuto insieme a zia Lydia la controllerà per vedere se tutto è stato compiuto a dovere. Eleanor comincia ad urlare e Lawrence le dice che non dovranno fare nulla, ma June insiste che sì, lo devono fare.

Così Eleanor viene sistemata in una stanza adiacente in modo da non dover assistere, June piange mentre Joseph si prepara a fare quello che deve fare ma lei cerca di istruirlo, di insegnarli cosa ha imparato lei:

“Trattalo come un lavoro. Cerca di staccarti, guardalo dall’esterno. Non sei tu. Non sono io Questa è una transazione.”

Successivamente Joseph torna dai suoi ospiti senza dire una parola, June viene visitata dal medico che dichiara che tutto è ok e zia Lydia (mi suscita un odio sempre più incontrollabile) dichiara che è stata una cerimonia di successo.

recap e recensione 3x10 the handmaid's tale

L’inizio del piano

Più tardi Waterford si ritrova da solo con June e le chiede se sta bene e lei con arroganza gli risponde: “Almeno non eri tu”.
Nella loro stanza in seguito i Waterford discutono, Serena accusa il marito di essersi distratto, sono troppi mesi che non fanno più niente per Nichole. Così gli dice di conoscere qualcuno che li possa aiutare e tira fuori davanti al marito il telefono donatole da Mark Tuello.

Sempre quella sera, dopo che tutti sono andati via, Lawrence passa a June un pacchetto di pillole anticoncezionali e scopriamo che a Gilead l’uso di contraccettivi è punito con una morte orribile, si è costretti ad essere dilaniati dai cani. June dice a Lawrence che quella non sarà l’ultima volta che dovranno fare una cosa del genere ed all’improvviso lui le dice che le procurerà un camion e lei dovrà far uscire sua moglie da Gilead. Lei gli risponde che anche lui può uscire, gli basterà portare con sè qualcosa di molto prezioso, bambini. Diventerà così un eroe.

I muffins vogliono dire si

Il giorno successivo a Pani e pesci June parla ad Alma di suo figlio che ha 4 anni, il camion ha posto per 10 bambini e lei non ci sarà. Anche Janine si offre come volontaria e chiede notizie di suo figlio: June le mente e le dice che si è trasferito con la sua famiglia in California.

Al suo rientro a casa June trova la cucina invasa da muffin, Beth le dice che quello vogliono dire sì, le Martha aiuteranno June a far scappare i bambini, cosi l’ancella stordita dice solo: ” avremo bisogno di un camion più grande”.

i muffins vogliono dire si Bear Witness

The Handmaid’s Tale 3×10 “Bear Witness” – Considerazioni

La 3×10 di The Handmaid’s tale “Bear Witness” rappresenta sicuramente un passo avanti rispetto ai precedenti episodi. Come abbiamo già visto, la 3×09 è stata quasi una puntata di transizione. Anche se non siamo ancora del tutto convinti di ciò che viene raccontato.

Il potere politico di Gilead è più che mai confuso. Gilead è nata grazie a Lawrence e nelle puntate precedenti sembrava che a lui fosse concesso “quasi” tutto.
Poi arriva Fred, forte del suo potere ritrovato e della sua cotta per June e cerca di cacciarlo, di schiacciarlo, schifando (sì, è la parola giusta) persino sua moglie che sembra aver ritrovato un bricolo di lucidità rendendosi conto di chi sia davvero suo marito.

Poi di nuovo l’orrore. Ciò che The Handmaid’s Tale ha sempre rappresentato al meglio è l’orrore di Gilead. Tra le tante cose anche che degli estranei assistano allo stupro delle ancelle, che assistano alla “cerimonia”.
Difficile non provare empatia con il dolore di Eleanor, costretta fin dal principio a sottostare alle regole che suo marito ha contribuito a creare. Per non parlare dell’eccellente recitazione di Bradley Whitford, costretto anche lui a compiere un gesto che aveva solo ipotizzato per altri ma che non aveva mai compiuto.

E così arriviamo, finalmente, alla tanto agognata rivoluzione che ci era stata promessa fin dalla prima stagione. Finalmente June ha un piano, che non è egoista e che sembra anche buono ed ha anche l’appoggio sia delle Marthe che del comandante Lawrence… cosa potrebbe mai andare storto ora?

E voi avete visto la 3×10 di The Handmaid’s Tale?
Cosa ne pensate?
Fatecelo sapere nei commenti 

Leggi qui: The Handmaid’s Tale 3×09 “Heroic” – RECENSIONE [SPOILER]

Se vuoi restare sempre aggiornato sul mondo delle Serie Tv – clicca qui

Scrivi qui il tuo commento...