Tony Stark è molte cose: un miliardario, un filantropo, un supereroe. Ora, tuttavia, potrebbe essere opportuno aggiungere un altro titolo all’elenco: intelligenza artificiale.

L’ultima anteprima di Tony Stark: Iron Man n. 15 vede Tony alle prese con la ricaduta della sua più recente resurrezione, che ha realizzato riavviando efficacemente il suo DNA. Da allora, Tony si è chiesto quanto di lui rimanga umano.

Stark è stato messo alle strette da un comitato del Senato nell’anteprima. È una scena che sembra strappata da alcuni titoli di un futuro lontano, mentre i politici riuniti, rappresentati dal Senatore Miles Brickman, mettono in discussione il ruolo di Stark nel recente fiasco di eSCAPE. L’interrogatorio diventa inevitabilmente esistenziale, con il senatore che indaga sull’intelligenza artificiale di Stark.

Il che porta il senatore a incastrare Stark sul fatto che sia, in effetti, un’intelligenza artificiale. Stark sorprende tutti dentro e fuori l’aula rispondendo che sì, potrebbe benissimo essere un’intelligenza artificiale. Questo è esattamente ciò che i rivali Arno Stark e Sunset Bain, CEO di Baintronics, vogliono ascoltare, in quanto destabilizzerebbero ulteriormente Iron Man e, di conseguenza, l’impero Stark.

Tony Stark: Iron Man #15 sarà in vendita il 21 agosto negli USA. Volume scritto da Dan Slott e Jim Zub. Juanan Ramirez è il disegnatore del numero. Rod Reis per la copertina.

Scrivi qui il tuo commento...