Iceborne cover

Durante le scorse ore Capcom ha rilasciato il secondo diario di sviluppo per Monster Hunter World: Iceborne, espansione in arrivo il prossimo mese. Anche questa volta è stato rilasciato un trailer – che vi abbiamo anticipato in precedenza –  che va ad aggiungere un po’ di carne al fuoco. Considerata la durata di un’ora di questo speciale, ci focalizzeremo dunque sui punti salienti affrontati dagli sviluppatori.

Più storie…

Prima di addentrarsi nella presentazione dei mostri visti nell’ultimo trailer, gli sviluppatori si sono soffermati sull’importanza che ricopre la storia in Monster Hunter World: Iceborne. In questa espansione saranno presenti diverse sequenze filmate per dare maggiore enfasi ai diversi personaggi coinvolti. Oltre alle vicende principali che andranno a spiegare il significato del nuovo mondo e il ruolo che ricopre, verranno mostrate diverse storie secondarie legate proprio ai membri della commissione di ricerca.

Restando in tema, gli sviluppatori hanno introdotto una nuova razza di lynian: i Boaboa. Interagendo con loro potremo scoprire una nuova storia secondaria inoltre, la nostra relazione con le diverse specie di lynian influenzerà le nostre abilità di cavalca-mostri. Si tratta dunque di un elemento da non sottovalutare se si desidera ottenere il massimo da questa nuova feature.

Monster Hunter World Iceborne Boaboa
Interagire con i Boaboa sarà importante

… e più mostri

Per quanto riguarda i mostri, il primo di questi preso in esame è il Brachydios. Introdotto in Monster Hunter 3 Ultimate come mostro di copertina; questo brutale nemico si contraddistingue per la sua resistente corazza blu. I suoi arti e la sua testa sono poi ricoperti da una particolare melma esplosiva con cui sbaraglia i suoi avversari.

Sebbene il design sia rimasto invariato rispetto al passato, il Brachydios, in Monster Hunter World: Iceborne potrà vantare su nuove tecniche. Il motivo è piuttosto semplice, gli sviluppatori desiderano che anche i giocatori storici si divertano durante la sua caccia. In particolare, la frequenza delle esplosioni della melma cambierà in base all’attacco utilizzato e quest’ultima potrebbe ostacolare i nostri movimenti quando ci si cammina sopra. Nella battaglia contro il Brachydios, il posizionamento ricoprirà un ruolo fondamentale.

MHWI Brachydios

Gli sviluppatori hanno poi proseguito con il Barioth, mostro introdotto in Monster Hunter Tri, dalle sembianze a dir poco memorabili. In questo caso è stata sottolineata la pericolosità di questo predatore che, in Iceborne potrà sfruttare l’ambiente per scagliare pericolosi attacchi.

A seguire è stato presentato l’Acidic Glavenus, sottospecie del Glavenus di cui abbiamo parlato in occasione del trailer. Passando al Velkhana, mostro copertina di Iceborne, è stato spiegato che sfrutta il ghiaccio in diversi modi e che può perfino utilizzarlo per creare una spessa corazza.

Infine è stata spesa qualche parola per Namielle, il nuovo drago anziano acquatico sul quale gli sviluppatori non si sono sbottonati più di tanto. Le novità non sono comunque finite dato che nelle prossime settimane verranno presentate nuove sottospecie di mostri.

Tra le sottospecie ancora da “svelare” troviamo il Viper Tobi-Kadachi, Nightshade Paolumu e Coral Pukei-Pukei.

Uno sguardo alle meccaniche di gioco

La seconda parte di questo diario dedicato a Monster Hunter World: Iceborne è dedicata a tutti quegli elementi che sono stati rivisti al fine di migliorare l’esperienza di gioco. In particolare il bilanciamento è stato rivisto e, ad esempio, le armi elementali sono state potenziate perché non utilizzate abbastanza dai giocatori. Secondo gli sviluppatori Monster Hunter è una serie in cui le armi elementali ricoprono grande importanza, poiché dovrebbero servire per affrontare le debolezze dei mostri.

È stato fatto un lavoro di bilanciamento anche nei confronti delle abilità e di certe azioni, che risulteranno più utili di prima. Il nostro consiglio è dunque quello di guardare il diario per maggiori informazioni.

MHWI bilanciamento
Gli sviluppatori hanno fornito numerose informazioni relative ad ogni tipo di arma.

Hunter Helper e nuove aggiunte

Nella parte finale del diario gli sviluppatori hanno parlato del Guardian Armor Set, ovvero un set d’equipaggiamento con delle abilità pensate per la sopravvivenza. In questo modo, chi è ancora alle prese con il gioco base potrà ricevere un significativo aiuto grazie a parametri ed abilità pensati per le missioni d’alto rango.

Ma non è tutto, perché verrà introdotto un sistema chiamato Hunter Helper pensato affinché i giocatori si aiutino a vicenda. Aiutare i giocatori appartenenti ai ranghi inferiori permetterà di ottenere ricompense speciali. Inoltre, si potranno ottenere dei particolari pendenti con cui abbellire le proprie armi. Questi oggetti cosmetici saranno comunque ottenibili proseguendo nell’avventura e ce ne saranno di svariati tipi.

Iceborne Hunter Helper
Aiutando gli altri giocatori si riceveranno dei premi.

Con questo speciale vi abbiamo fornito una panoramica di ciò che è stato presentato durante il secondo diario di sviluppo dedicato a Monster Hunter World: Iceborne. Per i dettagli tecnici (che sono davvero tantissimi) vi invitiamo a dare un’occhiata al video allegato in calce alla notizia.

Vi ricordiamo inoltre che Iceborne sarà disponibile l’8 settembre 2019 negli store digitali ma, potete trovare la Master Edition (comprensiva di gioco più espansione) dai vostri negozi di fiducia.

Continuate a seguire Nerdpool.it per restare informati su questa corposa espansione!

Scrivi qui il tuo commento...