IN EVIDENZA

Swamp Thing è una serie da salvare – la recensione

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
182FollowerSegui
Swamp Thing
8
Swamp Thing, la terza serie live action di DC Universe è, nonostante la cancellazione, un'ottimo prodotto che merita di essere salvato e far parlare ancora di sè. l momento non sappiamo quanto possano essere valide le speranze di rivederla, ma ribadiamo che Swamp Thing è una serie da salvare, un prodotto che può dare ancora molto e aprire all'arrivo di altri personaggi. Non è un segreto che in futuro avremmo visto una versione della Justice League Dark, e questi piani possono ancora essere sfruttati. Quindi mi raccomando: guardate la serie, amatela anche nei suoi piccoli difetti, entrate nella palude e non abbiate paura di quel mostro verde, perchè Swamp Thing si rivelerà più umano di tutti noi. #SaveSwampThing

Swamp Thing, la terza serie live action di DC Universe è, nonostante la cancellazione, un’ottimo prodotto che merita di essere salvato e far parlare ancora di sè. Ecco la nostra recensione:

swamp thing recensione dc universe

Visitando spesso i social e guardando le reazioni delle persone ad alcune notizie, mi sono soffermato su alcuni commenti relativi alla cancellazione di Swamp Thing. Tra i più in voga ci sono commenti che dicono: “non la guarderò perchè è stata cancellata“, il problema però è che in molti credono che la serie sia stata cancellata per motivi di qualità, ma ci sono stati aspetti economici che hanno impedito a Warner Bros. di proseguire nel progetto.

Questa premessa è doverosa, perchè se è vero che accorciare la stagione ha indebolito alcune scelte finali, Swamp Thing è una serie di 10 puntate che mi sentirei di consigliare nonostante la cancellazione. Non siamo ai livelli eccezionali di Doom Patrol, ma è comunque ottima, e insieme a Titans conferma che quando DC mette in campo gente come James Wan nel progetto ne escono prodotti notevoli.

SWAMP THING

Quando si pensa ad Alec Holland e al suo personaggio, vengono in mente soprattutto le opere di Alan Moore. Molti degli aspetti toccati in questa serie sono legati proprio all’artista britannico che ha scritto una delle run più conosciute su Swamp Thing.

Fin dalla prima puntata si intuisce come l’idea di una serie a tinte horror, che si leghi in ogni caso anche ai fumetti, possa funzionare. Anche se in alcuni casi può risultare lenta, il ritmo è coerente con la presentazione e la scoperta dei protagonisti. Durante i 10 episodi, verranno introdotti gradualmente alcuni dei personaggi più dark della DC Comics.

A lungo andare, a soffrire maggiormente della cancellazione sono stati gli effetti speciali. Inizialmente si riscontravano pochissimi difetti, ma nelle ultime puntate alcuni momenti sono stati inferiori a quanto visto nei primissimi episodi. Un altro elemento che purtroppo è stato penalizzato, è legato alle storie di alcuni personaggi che probabilmente avrebbero avuto sorti leggermente diverse.

Alec Holland e Abby Arcane

I due personaggi principali della storia sono naturalmente Alec Holland e Abby Arcane, interpretati rspettivamente da Andy Bean e la splendida Crystal Reed. Il loro rapporto è parte trainante della serie e regala momenti commoventi, anche quando lo scienziato diventa tragicamente Swamp Thing (Derek Mears). La Arcane è un medico del CDC e si capisce ben presto che il suo ritorno nel Marais porta ricordi tragici legati al suo passato. Qualcosa infatti la lega alla famiglia Sunderland, i coniugi Maria (Virginia Madsen) e Avery (Will Patton), due persone molto influenti per la comunità. La signora Sunderland reputa Abby responsabile della morte della propria figlia, la migliore amica della dott.sa Arcane ai tempi della scuola.

Lo scienziato Alec Holland invece è stato ripudiato dalla comunità scientifica per aver falsificato i risultati di una sua ricerca. Ora sta cercando con insistenza di aiutare la comunità per trovare una cura all’epidemia. La sua testardaggine lo porterà a incrociare Abby e a creare un legame molto forte.

Se Andy Bean si vede poco dopo la prima puntata, Crystal Reed è invece una presenza costante in ogni puntata, ed è legata praticamente ad ogni personaggio principale di Swamp Thing. La sua interpretazione è forse la migliore insieme a quella di Avery Sunderland, personaggio interpretato da Will Patton.

I coniugi Sunderland

swamp thing recensione dc universe

I coniugi Sunderland sono la coppia più influente del Marais, le loro richezze gli permettono una posizione praticamente inattacabile che li spinge a gesti che vanno oltre la legalità. La loro figlia è morta e Maria incolpa Abby per questo, non accettando il ritorno della dottoressa nelle loro vite.

Virginia Madsen e Will Patton interpretano questa sorta di villain, non direttamente di Swamp Thing, ma del Marais. Ciò che per loro è utile, in realta non fa altro che distruggere la palude e portare morte. Gli intrecci che li coinvolgono verrano però a galla durante le 10 puntate, riservando delle sorprese interessanti e per nulla scontate.

Altri personaggi dell’Universo DC

swamp thing recensione dc universe

In Swamp Thing ci sono molti personaggi dell’Universo DC che vengono introdotti, tra gli altri possiamo citarvi quelli che fin da subito hanno un ruolo principale nella trama. Si tratta di Daniel Cassidy (Ian Ziering), il futuro Blue Devil e Madame Xanadu (Jeryl Prescott), che durante il corso degli eventi saranno fondamentali, seppur rimanendo ai margini della serie.

Il resto del cast fa egregiamente il suo lavoro, più di tutti ai fini della trama ci sono Henderson Wade , che interpreta Matt Cable, un uomo di legge che si ritrova coinvolto negli eventi del Marais. Jennifer Beals interprete di Lucilia Cable, madre di Matt e sceriffo della città e Maria Sten con la sua Liz Tremayne, una reporter del giornale locale e barista. La migliore amica d’infanzia di Abby.

Da non dimenticare un personaggio che purtroppo risentirà più di tutti gli altri della cancellazione di Swamp Thing, Jason Wodrue (Kevin Durand): un biologo genetista che vuole scoprire i misteri della palude, ma dovrà affrontare delle terrificanti conseguenze.

swamp thing recensione dc universe

La sfortuna di Swamp Thing

Prima di questa serie TV, Swamp Thing ha visto la produzione di due film. Il primo diretto da Wes Craven costato di 2 milioni di dollari e il suo sequel del 1989 costato 7. Entrambi, però, non hanno avuto il successo preventivato. Negli anni ’90 ci riprovarono e venne creata una serie televisiva andata in onda per tre stagioni che, riviste adesso non andrebbero oltre le 2/3 puntate, ma allora riscossero molto successo, tanto che il personaggio riuscì a guadagnarsi una sua attrazione nel parco a tema degli Universal Studios.

Swamp Thing però ha portato al blocco di parecchi tentativi di film e serie TV, fino ad arrivare alla cancellazione della serie DC Universe. Al momento non sappiamo quanto possano essere valide le speranze di rivederla, ma ribadiamo che Swamp Thing è una serie da salvare, un prodotto che può dare ancora molto e aprire all’arrivo di altri personaggi.

Non è un segreto che in futuro avremmo visto una versione della Justice League Dark, e questi piani possono ancora essere sfruttati. Quindi mi raccomando: guardate la serie, amatela anche nei suoi piccoli difetti, entrate nella palude e non abbiate paura di quel mostro verde, perchè Swamp Thing si rivelerà più umano di tutti noi. #SaveSwampThing

Sinossi

Abby Arcane, ricercatrice del CDC (centro per la prevenzione e il controllo delle malattie), ritorna nella sua casa d’infanzia a Houma, in Louisiana per indagare su un virus mortale che ha origine nelle paludi. Sviluppa un legame sorprendente con lo scienziato Alec Holland, il quale le verrà strappato via in modo tragico. Mentre potenti forze arrivano a Houma con lo scopo di sfruttare le proprietà misteriose della palude per i propri scopi, Abby scoprirà i mistici segreti del luogo. Inoltre, capirà che il potenziale amore della sua vita potrebbe non essere morto

Vi diamo appuntamento qui su NerdPool.it per i recap e le news di Titans, la prossima serie del DC Universe.

[amazon_link asins=’B07MZN3KCH,B01IHWBAY2,B07FXTYXTP,B07P2BF43Y,B07TY1NJC6,B07BDMP7MZ,B018Y2CEPY,B01JLUZJB4,B07FH5L6T9,B07D9W4G92′ template=’NERDPOOL’ store=’nerdpoolit08-21′ marketplace=’IT’ link_id=’e83350bf-4931-434d-98cf-ed8b3a59b4c6′]

Swamp Thing
8
Swamp Thing, la terza serie live action di DC Universe è, nonostante la cancellazione, un'ottimo prodotto che merita di essere salvato e far parlare ancora di sè. l momento non sappiamo quanto possano essere valide le speranze di rivederla, ma ribadiamo che Swamp Thing è una serie da salvare, un prodotto che può dare ancora molto e aprire all'arrivo di altri personaggi. Non è un segreto che in futuro avremmo visto una versione della Justice League Dark, e questi piani possono ancora essere sfruttati. Quindi mi raccomando: guardate la serie, amatela anche nei suoi piccoli difetti, entrate nella palude e non abbiate paura di quel mostro verde, perchè Swamp Thing si rivelerà più umano di tutti noi. #SaveSwampThing

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
182FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...