Marvel: Torna Gorr, il macellatore di Dei

Il letale avversario di Thor torna protagonista nell'arco narrativo finale di Jason Aaron sul Dio del Tuono.

ATTENZIONE: Il seguente articolo contiene spoiler su King Thor #1, in uscita ora esclusivamente nelle fumetterie americane.

Per la conclusione del suo lungo ciclo narrativo su Thor, Jason Aaron torna alle origini della sua saga. Aaron ritrova il disegnatore croato Esad Ribic per King Thor, miniserie in quattro numeri che concluderà il suo lavoro sul Dio del Tuono durato ben 7 anni. Il ritorno di Ribic però non è il solo elemento a richiamare l’ormai celebre Thor: God of Thunder.

King Thor ha luogo in un futuro prossimo alla sua conclusione. Il Dio del Tuono regna su Asgard insieme alle sue tre nipoti, Atli, Frigg e Ellisiv, scontrandosi ogni giorno con le forze del male. Ma l’universo è malato, e niente sembra poter salvarlo. Le tre Dee partono allora alla volta della Città dell’Onnipotenza, nel tentativo di trovare una soluzione per una così delicata situazione.

Altrove, l’autore mostra il destino dell’All-Black, arma antica quanto l’universo stesso legata in particolar modo ai simbionti. La Necrospada ha cambiato possessori nel corso dei secoli, uno peggiore dell’altro. Galactus ha impugnato la spada, poi è passata nelle “mani” di Ego, il pianeta vivente. Infine, Loki ha consumato quest’ultimo, rubandogli l’All-Black e dichiarando un’ultima grande guerra a suo fratello, il grande Re Thor.

Lo scontro tra i due si svolge lungo tutto l’universo, ma inizialmente sembra essere il Dio dell’Inganno ad avere la meglio. Loki ha vinto, ma il suo momento trionfante viene subito interrotto quando una lama oscura lo trafigge direttamente al cuore.

L’ultima pagina svela il misterioso attentatore: è Gorr, il macellatore di Dei, ed è tornato…

Aaron e Ribic crearono Gorr nel 2012 come villain del primo arco narrativo di Thor: God of Thunder. Gorr è un’alieno cresciuto con la convinzione di esser stato abbandonato dagli Dei. Nasce così il suo desiderio di liberare l’intero universo da qualsiasi tipo di divinità, missione che lo porterà a scontrarsi ovviamente anche col Dio del Tuono. Grazie all’All-Black affronta Thor in diversi periodi storici, sconfiggendolo ogni volta. Solo un’alleanza con le sue versioni passate e future creerà una possibilità per il Dio del Tuono di salvare il Pantheon del Multiverso. Gorr diventerà talmente potente da esser chiamato divinità dalla sua stessa famiglia, come le stesse entità che aveva giurato di eliminare. Nelle pagine di King Thor infatti verrà presentato come il Dio dei Macellatori di Dei.

Foto: Marvel Comics

E tu cosa ne pensi di King Thor? Faccelo sapere nei commenti. L’albo è già disponibile in tutte le fumetterie statunitensi.

Iscriviti al nostro gruppo Telegram per rimanere sempre aggiornato sull’Arrowverse

Scrivi qui il tuo commento...