IN EVIDENZA

Samuel L. Jackson risponde alle critiche di Martin Scorsese sui cinecomic

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
182FollowerSegui

Le ultime dichiarazioni di Martin Scorsese hanno scosso mezza Hollywood e anche Samuel L. Jackson ha detto la sua sulla questione.

Quello che è uno degli attori preferiti da Tarantino, ha ricoperto e ricopre tutt’ora il ruolo di Nick Fury all’interno del Marvel Cinematic Universe, sulla questoine si è espresso durante il red carpet di Atalanta per l’inaugurazione del nuovo studio di Tyler Perry.

A Variety, Samuel L. Jackson ha dichiarato:

“È come dire che Bugs Bunny non è divertente. I Film sono Film. Sai non a tutti piacciono le stesse cose. Ci sono un sacco di italo-americani che pensano che Scorsese non debba fare film del genere su di loro. Ognuno ha la propria opinione, ma ciò non impedirà a qualcuno di fare film.”

I commenti di Martin Scorsese, riportati da Empire Magazine, sono arrivati durante la promozione di The Irishman, il suo ultimo film per Netflix,
Il film riproporrà la vita di Frank “The Irishman” Sheehan e i suoi rapporti con la famiglia Bufalino, come sicario.

Martin Scorsese, Samuel Jackson

“Non li guardo. Ci ho provato, sai? Ma Questo non è cinema. Onestamente la cosa più vicina a questi, con gli attori che provano a fare del loro meglio con quello che hanno, sono i parchi a tema. Non è il cinema delle persone vere, che cercano di trasmettere emozioni a chi li guarda.”

Sulla questione si è espresso anche James Gunn, che si è detto estremamente triste per le dichiarazioni di Scorsese.

A prendere le parti del controverso regista Marvel/DC è anche Karen Gillan, la Nebula di Guardiani della Galassia.

Karen Gillan

“C’è tutta l’anima e l’amore del regista, c’è James lì dentro. Ha messo parte della sua personalità nel film, il suo senso dell’umorismo. La pellicola è una grande rappresentazione di quello che lui è. Un artista.”

Samuel L. Jackson e Karen Gillan sono solo due dei tanti attori che si sono schierati dalla parte dei cinecomics. La questione rimane però aperta.

Voi da che parte vi schierate? Siete d’accordo con Martin Scorsese o siete della stessa opinione di Samuel L. Jackson?

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
182FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...