NFS Heat cover 3

Se ci seguite abitualmente, ricorderete che qualche giorno fa vi abbiamo parlato della mappa di Need for Speed Heat. Ebbene, gli sviluppatori si sono finalmente espressi in merito alla questione grazie allo speciale Sotto il cofano.

Ispirato a Miami

Il team racconta che Palm City nasce dal desiderio di creare un mondo fresco ma al contempo familiare al look tipico della serie. Qualcosa in grado di restituire le sensazioni provate con gli osannati NFS Most Wanted (2005) e Underground. Per questo si sono ispirati a Miami, una città che contiene una miscela unica di musica, street art e neon notturni. Per rendere più ampio e vario il mondo di gioco, hanno poi aggiunto diverse location ispirate dalla Florida e dalla Georgia, come i Monti Blue Ridge, in modo da offrire zone elevate e bei panorami. Il tutto culmina infine con il meteo dinamico ispirato alla Miami reale, dove si alternano temporali a momenti di sole intenso. Quindi potremo ammirare strade bagnate con superfici riflettenti davvero suggestive.

Il meteo dinamico contribuirà alla creazione di giochi di luce spettacolari.

Costruito per le corse

L’articolo continua con una riflessione relativa alla costruzione dei tracciati prima che i racing diventassero open-world. Un tempo i designer potevano concentrarsi nella creazione di tracciati perfetti, fatti di rettilinei ad alta velocità e sequenze più tecniche. Sembra che Need for Speed Heat abbia avuto un approccio simile, e gli sviluppatori hanno creato prima i circuiti e successivamente l’ambiente circostante. L’obiettivo era quello di creare percorsi più impegnativi senza però renderli frustranti in caso di errori.

A tal fine sono stati apportati alcuni accorgimenti, come la rimozione di curve alla cieca o inserendo percorsi generalmente più tolleranti. Le aree di deflusso sono state riempite con oggetti distruttibili, in modo che se si commette un errore, non si deve riapparire ma basta continuare a correre attraverso gli oggetti dello scenario.

Sembra che il team abbia creato un’esperienza senza interruzioni così da poter sfrecciare con il proprio bolide senza inutili rallentamenti; ovviamente speriamo ci siano riusciti al meglio.

La fuga perfetta

La polizia costituirà una parte importante dell’esperienza e gli sviluppatori si sono resi conto che gli inseguimenti sono più divertenti se ci sono più opzioni tattiche. Sarà quindi possibile sfruttare rampe, gettarsi in mezzo al traffico dell’autostrada, nascondersi nei vicoli, utilizzare le stazioni di servizio per riparare il proprio veicolo ecc.

La rete stradale di Need for Speed Heat sarà molto densa (proprio come volevamo noi) e sarà possibile raggiungere un incrocio circa ogni 20 secondi rispetto ai 60 di Payback. Ci saranno più di 100 KM di strade in un mondo più contenuto. E per la prima volta nella serie, sarà possibile correre ovunque, su strada o fuoristrada.

Heat offrirà finalmente un mondo più coeso che permetterà di guidare ovunque su strada o fuoristrada.

Motivi per esplorare

Ghost Games ha rivisto il gameplay ai fini dell’esplorazione. Ancora una volta faranno ritorno i cartelloni pubblicitari da sfondare, perché rappresentano un’attività semplice e divertente, che distrae. Tuttavia hanno lavorato affinché fossero veloci, spettacolari e facili da riprovare. Se colpiti alla massima velocità offriranno scorci paesaggistici spettacolari e permetteranno di atterrare in zone prive di ostacoli.

Buone notizie anche per i collezionisti, dato che in Need for Speed Heat saranno presenti diversi tipi di collezionabili che in alcuni casi premieranno il giocatore. Ad esempio, nascosti per la mappa saranno presenti alcuni graffiti che se trovati, potranno essere utilizzati nell’editor di wrap.

Dato che la ricerca dei collezionabili può essere scoraggiante quando ci si imbatte in messaggi come “Congratulazioni hai trovato il collezionabile 1 su 150”, il team ha pensato di dividere la mappa in 18 distretti e di offrire ricompense per ciascun distretto completato.

Trovare tutti i collezionabili in un distretto farà ottenere oggetti utili per la customizzazione mentre, trovarli tutti farà ottenere un’auto in edizione speciale.

Sembrerebbe quindi un bel passo in avanti rispetto alla noiosissima ricerca delle 100 fiches di Payback.

Spazi enormi per giocare

L’ultimo paragrafo è dedicato invece alle zone per giocare che, soprattutto online, faranno la gioia dei giocatori. Quindi, i ragazzi di Ghost Games hanno pensato di inserire più zone di questo tipo. Abbiamo dunque una pista – situata vicino al garage – perfetta per testare la propria velocità, oppure una zona di carico nella zona industriale con prove a tempo impegnative e collezionabili difficili da raggiungere. Oppure ci sono la cava, che costituisce un enorme parco giochi roccioso e un complesso di magazzini vicino ad un sito per il lancio di missili. E poi ci saranno una marea di segreti e di aree da scoprire.

Sebbene sia difficile riuscire a comprendere appieno queste zone senza provarle con mano, sembra proprio che i membri del team si siano impegnati nel creare un mondo di gioco in cui è difficile annoiarsi.

Grazie alla modalità All-Drive potremo giocare con i nostri amici.

Qualche considerazione

Che dire, crediamo che Ghost Games si sia data da fare per rendere Need for Speed Heat un capitolo memorabile, capace di far dimenticare gli errori commessi negli ultimi anni. Restano ancora diversi dubbi, ad esempio sull’intelligenza artificiale, o sui contenuti che saranno presenti al lancio. Sulla base di ciò che sappiamo però, ci sentiamo piuttosto positivi in merito e crediamo proprio che non verremo delusi.

Come sempre, vi ricordiamo che NFS Heat sarà disponibile dall’8 novembre su PS4, Xbox One e PC. Continuate a seguire Nerdpool.it per tutte le novità!

Scrivi qui il tuo commento...