Una razza di mostri chiamata Nemesis minaccia l’umanità. A combatterla ci sono un gruppo di persone che, dopo essere sopravvissuti agli attacchi dei mostri, hanno acquisito incredibili poteri magici.

Coinvolgente, appassionante, colorato e giocoso, per la prima volta in Italia un percorso intorno al manga europeo che sta conquistando il Giappone: Radiant.

Uno scenario fantastico tipico degli shonen manga giapponesi che con le tavole originali, le illustrazioni, gli studi di colore e gli schizzi nati dalla mano del francese Tony Valente è pronto a popolare Palazzo Roncale a Rovigo e ad affascinare.

La mostra è aperta dal 16 ottobre fino al 26 gennaio 2020, ogni giorno da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 19.00, sabato, domenica e festivi dalle 9.00 alle 20.00

Creato dal francese Tony Valente, Radiant mette in scena un mondo immaginifico popolato da creature cadute dal cielo, i Nemesis e da maghi, impegnati nella ricerca di Radiant, l’enigmatica ‘tana’ delle mostruose creature.

Un’avventura iniziatica immersa in uno scenario fantastico tipico degli shonen manga giapponesi, condotta da un giovane eroe, costruita per ambientazioni e sfide progressive e ricca di figure frutto di una originale rielaborazione di riferimenti tanto nipponici quanto europei: catastrofi naturali, mutazioni biologiche, medievalismi (sovrani, cavalieri, Inquisizione…).

I disegni di Valente, abile interprete della composizione dinamica propria dei manga più influenti del panorama internazionale, offrono una morbidezza della linea tipicamente europea, pur facendo trasparire nel design alcuni grandi modelli giapponesi come Dragon Ball, Hunter X Hunter o Bleach. Questo equilibrio tra Oriente e Occidente è valso a Radiant diversi premi come migliore opera occidentale in “stile manga”, fra cui il premio Daruma al festival Japan Expo 2016 come miglior manga internazionale.

La fortuna internazionale di Radiant, prodotta a partire dal 2013 in Francia dall’editore Ankama e pubblicata in Italia da J-Pop Manga, ha inoltre generato per la serie alcuni primati significativi. Si tratta infatti del primo manga francese ad essere stato pubblicato anche in Giappone – con il plauso di autori influenti (Yūsuke Murata di One Punch Man e Hiro Mashima di Fairy Tail) – e, fatto ancora più sorprendente, il primo manga francese adattato in una serie in animazione per la tv giapponese.

Scrivi qui il tuo commento...