IN EVIDENZA

L’attacco dei giganti 122: La vera storia di Ymir [SPOILER]

#IORESTOACASA

Sappiamo che ci stiamo avvicinando alla fine del manga di L’attacco dei giganti e negli ultimi capitoli abbiamo scoperto molte cose. Abbiamo visto il passato di Grisha, il funzionamento del Sentiero e scoperto i segreti del potere di Ymir. Ma chi è davvero questa figura? Come ha ottenuto il suo potere e come ha dato inizio alla sua stirpe di giganti? In questo capitolo 122 abbiamo la risposta a queste domande, con una storia iniziata ben 2 mila anni prima… Ah, ovviamente da qui in poi ci saranno [SPOILER]!

La nascita della stirpe di Ymir

Ymir è una ragazzina come tante nel villaggio, ma un giorno viene condannata per un crimine che non ha commesso. La sua punizione è di andare in esilio nel bosco. In quel bosco, sola e disperata, arriva davanti ad un enorme albero con una cavità ai suoi piedi. La ragazza scivola nel buco che quella cavità nasconde, cade in un liquido misterioso dove c’è una sotto specie di colonna vertebrale che si lega al suo corpo. Ymir diventa così il primo gigante.

L'attacco dei giganti
Ymir
Eren
Hajime Isayama

Fatta questa scoperta il sovrano del clan Eldia, che in precedenza l’aveva esiliata, la riaccoglie tra di loro. Il re Fritz vuole che lei partorisca la sua potente stirpe e con quel potere distruggere i suoi rivali, i Marley. La vita di Ymir si divide tra battaglie nella forma di gigante e i parti per poter accontentare il re Fritz.

Un giorno però un nemico attenta alla vita del re e la ragazza, mossa dall’istinto o non si sa bene da cosa, lo protegge e viene ferita mortalmente. Re Fritz non rimpiange la sua morte, tutt’altro. Fa a pezzi il suo corpo e lo da alle sue tre figlie, Maria, Rose e Sina, in modo che possano ereditare il potere di Ymir.

L'attacco dei giganti
Ymir
Eren
Hajime Isayama

Questo capitolo di L’attacco dei giganti ci spiega così come ha inizio la stirpe di Ymir, gli Eldiani, con il suo potere di ereditare i giganti, che si trasferisce mangiando la spina dorsale dei detentori di questo potere, in modo da poter far prosperare il regno di Eldia. E nel mentre Ymir si trova nel luogo misterioso dove sta il Sentiero, sola.

L’attacco dei giganti: Torniamo ad Eren e Zeke…

Nel precedente capitolo di L’attacco dei giganti, Zeke non è riuscito a mostrare ad Eren il lavaggio del cervello fatto da Grisha, ma anzi. Eren grazie al Gigante d’Attacco conosce il futuro e riesce ad agire. Zeke allora si vede costretto a ordinare a Ymir di attuare il piano Eutanasia, ma Eren è deciso a fermarla.

L'attacco dei giganti
Ymir
Eren
Hajime Isayama

Eren la ferma e le parla, le dice che non è schiava di nessuno, non deve obbedire a nessun ordine, ma decidere lei cosa fare, trovare il modo di finire la sua solitudine. Eren capisce che Ymir l’ha chiamato a se per liberarla. Lei aspettava qualcuno che lo facesse e adesso può piangere per la felicità. La sua sofferenza e la sua solitudine sono finite.

L'attacco dei giganti
Ymir
Eren
Hajime Isayama

Torniamo quindi a Shingashina, e alle mura, alla testa di Eren che ha toccato la mano di Zeke. Dal suo corpo una spina dorsale si ricollega alla sua testa, forse ad indicare che per Eren non è ancora momento di morire. Ma intanto con la paura e sorpresa della Legione Esplorativa, di Marley e degli Jeageristi, le mura si stanno spaccando e i giganti al loro interno sono pronti ad agire.

L'attacco dei giganti
Ymir
Eren
Hajime Isayama

E adesso che succederà lo scopriremo nel prossimo capitolo di L’attacco dei giganti uscito ieri in Giappone! Continuate a seguire Nerd Pool per scoprire cosa succederà e diteci intanto le vostre teorie a riguardo!

Scrivi qui il tuo commento...