Secondo un’analisi fatta sui dati raccolti da IMDb, la diminuzione della media delle valutazioni degli episodi di The Walking Dead ha preso il via quando Negan (Jeffrey Dean Morgan) è apparso nella serie.

I dati degli spettatori, raccolti e analizzati da Broadband Choices, mostrano che le valutazioni delle recensioni del pubblico hanno avuto un vistoso calo dopo la prima apparizione di Negan. L’episodio si concluse con uno dei cliffhanger più famosi e discussi della serie: Rick Grimes (Andrew Lincoln), Daryl (Norman Reedus), Michonne (Danai Gurira), Glenn (Steven Yeun) e gli altri erano ostaggio ed in balia dello stesso Negan e della sua Lucille.

Broadband Choices ha osservato che la media della stagione di The Walking Dead è “calata leggermente” nelle prime sei stagioni. Ma al raggiungimento della settima stagione – dove Rick ed il suo gruppo si scontrano con Negan ed i Salvatori – la media crolla vertiginosamente.

Dal grafico che trovate subito sotto sembra chiara proprio una cosa: “Negan è la cosa peggiore successa a The Walking Dead”. Voi siete d’accordo con questa analisi?

Continuate a leggere sotto l’immagine per scoprire l’analisi dei dati completa.

The Walking Dead: Analisi IMDb


L’ANALISI DEI DATI

LA DISCESA

I dati mostrano anche che il finale della sesta stagione ha il punteggio più basso tra tutti i finali di stagione. “Last Day on Earth” ha, infatti, una valutazione di 6,5 ​​su 10 con 26.108 voti conteggiati.

La prima puntata della settima stagione, “The Day Will Come When You Won’t Be“, con la sua violenza, ha diviso da subito il pubblico. L’episodio è stato al centro di numerose denunce. Il Parents Television Council ha riferito che l’episodio “brutalmente esplicito” è stato “uno degli spettacoli graficamente più violenti che abbiamo mai visto in televisione“. The Walking Dead 7×01 ha una valutazione di media di 9.1 su IMDb con 34.653 voti.

Su Rotten Tomatoes, la stagione 7 è la seconda stagione con il punteggio più basso tra i critici (66%).

LA RISALITA

Broadband Choices aggiunge poi che il punteggio medio subisce un nuovo calo con la stagione 8. Inizia poi finalmente una risalita con la stagione 9 di The Walking Dead, la prima sotto l’attuale showrunner Angela Kang. Il sito rileva che le valutazioni degli episodi sono “notevolmente” migliorate nella stagione 9. In particolare dopo il salto di sei anni che ha immediatamente seguito la scomparsa di Rick Grimes nell’episodio 9×05.

La decima stagione – che vi ricordiamo ritornerà con la seconda parte il 24 febbraio su Fox – è recentemente diventata la stagione con la media più alta su Rotten Tomatoes (92%).


LA SINOSSI DI THE WALKING DEAD 10

È una storia iniziata 10 anni fa con un uomo alla ricerca della sua famiglia. Questa famiglia è cresciuta e gradualmente le comunità hanno preso forma. Hanno combattuto e sono sopravvissute, prosperando e dando alla luce una nuova generazione. È una storia sull’umanità e ci sono altre storie da raccontare.

Ora è primavera, pochi mesi dopo che il gruppo di sopravvissuti ha osato attraversare il territorio dei Sussurratori durante il rigido inverno. Le comunità, ora riunite, stanno ancora affrontando gli eventi dell’orrenda dimostrazione di forza messa in atto da Alpha. Il gruppo, mentre sta cercando di riorganizzare le forze per preparasi a quella che si preannuncia come una battaglia inevitabile, continua con riluttanza a rispettare i confini che gli sono stati imposti.

Ma i Sussurratori sono una minaccia diversa da tutte le altre affrontate prima. Sostenuti da una gigantesca orda di zombie, i Sussurratori sembrano un ostacolo insormontabile. I dubbi e la paura infetteranno le comunità dando origine a paranoia, contrasti e sotterfugi che metteranno a dura prova il rapporto tra le persone.

Questa volta, l’idea stessa di civiltà potrebbe non sopravvivere in questo mondo pieno di non morti.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti. Trovate tutti i riassunti delle puntate della decima stagione nella nostra scheda.

Scrivi qui il tuo commento...