IN EVIDENZA

Marvel Comics: Blade rivela quale posto odia più dell’inferno

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

ALLERTA SPOILER: questo articolo contiene spoiler riguardanti Avengers #27

Blade, il più grande cacciatore di vampiri dell’Universo Marvel, si è spesso dimostrato un grande combattente, grazie al suo status di semi-vampiro. Le sue abilità sono state utlimamente utili per la nuova formazione degli Avengers, avendo già sconfitto Celestiali, Elfi Oscuri e avendo combattuto all’inferno. Anche se pare non essere quel il posto perggiore per Blade.

Il personaggio di Blade è stato creato da Marv Wolfman e Gene Colan in Tomb of Dracula #10, ma non è mai stato un vampiro comune. Ha ricevuto alcuni tratti sovrannaturali dalla madre, la quale fu morsa da un vampiro mentre stava partorendo. Le sue abilità sono state sviluppate in seguto all’incontro con Morbius il Vampiro Vivente, quando fu morso nuovamente. Grazie a ciò, il cacciatore possiede forza e velocità superumane, oltre all’immunità a veleni e malattie comuni.

Finora l’eroe era riuscito a stare lontato dallo spazio, ma pare che le nuove avventure dei Vendicatori lo porteranno tra le stelle. A quanto pare proprio una di esse, un sole rosso, sembra essere la sua più grande debolezza.

Pare proprio che Blade condivida la fragilità rispetto ad un particolare tipo di stella come un altro personaggio dei fumetti. Mentre l’Azzurrone tende a perdere i propri poteri se sottoposto ai raggi di un sole rosso, il caccia vampiri sembra essere addirittura in rischio di vita se posto nelle stesse condizioni.
Vedremo come continueranno le sue avventure tra gli eroi più potenti della Terra.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo Marvel Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...