IN EVIDENZA

DC Comics: Doomsday Clock, le azioni del Dr. Manhattan

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

Questa grande storia della DC Comics ha raggiunto il suo epilogo, Doomsday Clock ha chiuso la sua storia con il numero 12, Geoff Jonhs e Gary Frank ci hanno dato tante risposte.

ATTENZIONE, QUESTO ARTICOLO CONTIENE TANTISSIMI SPOILER DI DOOMSDAY CLOCK #12, AATTENZIONE!!!

Come il finale di Doomsday Clock ci conferma l’assenza degli eroi della Golden Age non ispira il giovane Kal El a diventare Superboy prima di essere Superman. E senza Superboy nelle future generazioni di eroi non sorgerà mai la formazione della Legione dei Supereroi. Dr. Manhattan in questo finale ci svelerà tante cose.

L’inizio

Per tutto Doomsday Clock, Manhattan ha già prefigurato il suo incontro con Superman e procede esattamente come immaginava.

Ma ciò che è diverso, è la sua interpretazione del risultato o meglio, il nulla che ha visto. Sapendo che solo il buio segue il loro incontro, Manhattan arrivò alla conclusione che i risultati erano due o Superman lo avrebbe distrutto o lui avrebbe distrutto tutto.

Ciò che Manhattan non aveva mai previsto era una terza possibilità che Superman si era proposto. Invece di distruggere tutto, Superman suggerisce che Manhattan usa i suoi poteri per salvare tutto.  Ispirato dalle parole di Superman, Manhattan porta quindi alla “fine” che prevedeva. Ma non era la fine dell’Universo DC;  era semplicemente la fine dei cambiamenti che aveva provocato facendo un sacco di confusione. 

I centimetri di cambiamento

Dopo aver spostato la lanterna che avrebbe salvato Alan Scott di poco più di 15 centimetri, la rimette nella sua “originale posizione”. Permettendogli di diventare la Lanterna Verde originale. Questo spiana la strada per la formazione della Justice Society, le prime avventure di Clark Kent nei panni di Superboy e la formazione della Legione di Supereroi. 

Fedele all’iniziativa DC Rebirth, l’UDC stesso è rinato e la era New 52 è ufficialmente finita. Però il suo universo è relegato nel multiverso DC, come Earth-52.

La vera battaglia

Superman si impegna in battaglia, ma non è contro Manhattan. Invece, affronta un gruppo di eroi e criminali internazionali del mondo. Fra metaumani includono il russo Firestorm Pozhar, il Black Adam e altri che stavano cercato di sconfiggere Superman. Dopo il caotico fraintendimento nella Piazza Rossa nell’ottavo numero. Mentre queste forze convergono su Washington D.C., il nostro eroe è costretto a rivolgere la sua attenzione agli altri metaumani mentre attaccano, nel frattempo Manhattan osservava.

Come Manhattan si aspettava da tempo, un Superman arrabbiato e con gli occhi rossi lancia davvero un pugno in direzione di Manhattan – ma non è pensato per Manhattan.  Invece, elimina Pozhar, che stava per attaccare Manhattan da dietro.  La mossa a sorpresa dà una pausa a Manhattan e offre a Superman l’opportunità di fare appello a Manhattan e convincerlo di una terza scelta che non ruota attorno alla distruzione.

L’appello di aiuto di Superman non solo raggiunge Manhattan lo ispira anche a sistemare la storia passata, ma quella correzione dà a Superman il sopravvento nella sua battaglia.  Con la realtà immediatamente ripristinata, Superman è affiancato dai suoi alleati appena tornati, la JSA completa e la Legione di supereroi. Alla fine, Black Adam e la compagnia vengono sconfitti dagli eroi uniti del millennio.

Oltre a ripristinare il passato e il futuro dell’universo DC, le azioni di Manhattan ripristinano anche il presente.  A quanto pare, la Justice Society è ancora operativa ai giorni nostri, prima dei New 52. Lo stesso Alan Scott lo conferma in modo appropriato, rilevando che la JSA avvierà un’indagine negli Stati Uniti attraverso il Dipartimento per gli affari di Metahuman.

C’è un’altra notevole riunione di famiglia che riunisce Clark Kent con i suoi genitori terrestri Jonathan e Martha, che sono entrambi riportati in vita grazie a Manhattan. Dove sono stati uccisi in un incidente d’auto nella linea temporale della New 52, un giovane Superboy li ha salvati.

I personaggi di Watchmen

Nel frattempo, Mime e la futura Marionette del mondo di Watchmen, mettono radici nell’Universo DC. Manhattan ha trasportato i restanti personaggi di Watchmen nella loro realtà per aiutare a ricostruire il loro mondo o affrontare i loro rispettivi destini.

Con il finale di Doomsday Clock.  La rinascita di DC è stata completata, poiché molti personaggi che erano assenti dalla era New 52 fanno il loro ritorno ufficiale. Manhattan si è effettivamente rimosso dall’universo DC, lasciando il mondo completamente rinato e pronto rifiorire nelle sue condizioni originali, pre-New 52.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo DC Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI